Alla scoperta di Bertrand Russell

Bertrand Russell, figlio di un’influente e prestigiosa famiglia britannica – duchi di Bedford – nacque a Trellech, poco distante da Bristol, nel 1872.
La sua infanzia viene segnata da un’educazione puritana molto oppressiva che gli fece scoprire la sua passione per la matematica e la filosofia. Questa passione lo portò a iscriversi all’Università di Cambridge dove studia logica e filosofia e incontra la sua futura moglie: la statunitense Alys Pearsall Smith.
Pacifista, viene allontanato dal mondo dell’insegnamento allo scoppio della prima guerra mondiale per le sue idee, che gli costarono, inoltre, sei mesi di reclusione nel 1918.
Finita la guerra si dedica a scrivere saggi di filosofia, etica, fisica e pedagogia che aiutano a mantenere sé stesso e la sua famiglia. Successivamente divorzia da Alys e sposa Dora Black, attivista femminista e scrittrice, insieme alla quale fonda la scuola sperimentale di Beacon Hill.
Nel 1936 divorzia da Dora e sposa Patricia Spencer, studentessa di Oxford, con la quale si trasferisce negli Stati Uniti per insegnare nell’UCLA – University of California Los Angeles. Più tardi farà ritorno al Trinity College, università dalla quale era stato cacciato per le sue idee pacifiste durante la prima guerra mondiale.
Nel 1950 Russell viene insignito con il premio Nobel per la letteratura, come riconoscimento per le sue opere e del suo impegno per il libero pensiero.
Morirà vent’anni dopo, nel 1970, a 98 anni senza che venga celebrato alcun funerale, come da sua volontà.

Premio Nobel, pacifista, matematico, filosofo e saggista. Ma chi era davvero Bertrand Russell?
Spazio Off ci propone dal 10 al 28 gennaio, 15 serate (da Mercoledì a Domenica) dedicate a questo personaggio dinamico dalle mille sfaccettature, con uno spettacolo teatrale intitolato “La conquista della felicità” per scoprire la vita di questo personaggio multiforme legato alla logica, all’attivismo e alla letteratura. Lo spettacolo (scritto da Maura Pettorruso, interpretato da Stefano Detassis e prodotto da Daniele Filosi) si propone di raccontarci Russell negli ultimi istanti della sua vita, attraverso un dialogo tra Russell e Cassiopea, alla quale Bertrand porge le sue domande sulla vita e riflette su cosa renda felici le persone.
Allo spettacolo seguiranno momenti di degustazione, musica e convivio, in particolare:
– Mercoledì: ore 21 spettacolo con degustazione vini La Vis a seguire.
– Giovedì: ore 18.30 spettacolo con aperitivo.
– Venerdì: ore 21 spettacolo e DJ set a seguire.
– Sabato: ore 21 spettacolo e degustazione.
– Domenica: ore 18.30 spettacolo con incontro e aperitivo.
Per info sui costi e prenotazioni: info@spaziooff.com
Tel – 333 2753033