Assemblea del Forum

L’Assemblea resta in carica la durata della legislatura e, oltre al proprio presidente e vicepresidente, elegge i componenti del Consiglio per la Pace e adotta il programma annuale e pluriennale di attività.

Attualmente, l’Assemblea del Forum è formata da 72 componenti, di cui 60 rappresentanti delle associazioni e 12 componenti di diritto.

L’Assemblea è composta da:

  • Presidente della Giunta provinciale o dall’assessore al quale è affidata la materia delle attività culturali o della solidarietà internazionale (Sara Ferrari);
    Presidente del Consiglio provinciale (Bruno Dorigatti) o da un componente dell’Ufficio di presidenza da lui delegato;
  • Tre consiglieri provinciali (Violetta Plotegher, Gianfranco Zanon, Giacomo Bezzi), di cui due appartenenti alle minoranze presenti nel Consiglio provinciale, designati dal Consiglio provinciale;
  • Due rappresentanti degli enti locali (Maurizio Struffi, Andrea Miorandi), designati dal Consorzio dei comuni trentini, scelti tra i partecipanti al coordinamento dei comuni per la pace;
  • Quattro rappresentanti designati rispettivamente dalla fondazione Museo storico in Trento (Giuseppe Ferrandi), dal Museo storico italiano della guerra (Alessio Less), dalla Fondazione Opera campana dei caduti (Alberto Robol), dalla Fondazione Città della pace;
    Un rappresentante dell’Università degli studi di Trento (Marco Ragazzi), designato dal senato accademico;
  • Un rappresentante dell’Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa IPRASE (Paola Giori);
  • Un rappresentante per ogni associazione o comitato, operante nell’ambito del territorio provinciale, che nello statutopreveda iniziative nel campo dei diritti umani, della cooperazione e dello sviluppo internazionale, della difesa popolare nonviolenta, della pace, del disarmo, del servizio civile.

La nuova Assemblea è stata nominata il 3 aprile 2014. Durante questi primi mesi di attività, l’Assemblea del Forum si è riproposta di dare piena attuazione al dettato della legge istitutiva dove, all’articolo 7, comma g, prevede di “formulare proposte alla Giunta provinciale in relazione agli strumenti di programmazione degli interventi provinciali in materia di cultura, di emigrazione, di immigrazione, di solidarietà internazionale, di istruzione, di formazione e di politiche giovanili”.

Il Presidente della XV legislatura è Massimiliano Pilati; la vicepresidente è Violetta Plotegher.