Cartolina dal Kossovo


Lunedì 24 febbraio 2014 / ore 17.30
Sala Aurora, Via Manci, 27 – Trento

La Fondazione Museo Storico del Trentino
in collaborazione con Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani
presenta:

Kosovo: una paese al bivio. (Franco Angeli, 2013)

Ne parliamo con l’autore Roberto Magni, Michele Nardelli (Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani), Davide Sighele (Osservatorio Balcani e Caucaso) e Gianfranco Gallo (magistrato, già impegnato in Kosovo)

Lunedì 24 febbraio 2014 / ore 17.30

Sala Aurora, Via Manci, 27 – Trento

La Fondazione Museo Storico del Trentino
in collaborazione con Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani
presenta:

Kosovo: una paese al bivio. (Franco Angeli, 2013)

Ne parliamo con l’autore Roberto Magni, Michele Nardelli (Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani), Davide Sighele (Osservatorio Balcani e Caucaso) e Gianfranco Gallo (magistrato, già impegnato in Kosovo)

Cosa resta da dire del Kosovo dopo oltre dieci anni dai bombardamenti della NATO?
Sicuramente ancora molto, perché la giovane Repubblica del Kosovo rischia di diventare una vera “isola di Tortuga” per chi volesse sfruttare la fluida situazione e l’oggettiva difficoltà di stabilire appieno la cosiddetta “rule-of-law”, ossia la legalità intesa nel senso più ampio del termine. La società kosovara sta tuttora attraversando un periodo di grande fermento, che rende ogni giorno diverso dal precedente, sotto molteplici punti di vista.
È vero che dal 1999 ad oggi sono stati consumati fiumi di inchiostro per cercare di spiegare agli Europei “occidentali” le innumerevoli sfaccettature di questa multiforme, variegata società, così vicina geograficamente all’Unione Europea, ma, sotto vari aspetti, altrettanto lontana dalla nostra mentalità. Kosovo: una paese al bivio.