Q.B.: la cultura del limite – Stili di vita e fantasia

Scadenza presentazione delle domande il 21 ottobre

Il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani propone un’esperienza formativa di cittadinanza attiva sul tema della cultura del limite rivolta adue ragazzi che decideranno di accedere al servizio civile volontario nell’anno 2011/2012. La conoscenza della “cultura del limite” porterà i ragazzi del servizio civile ad essere attori protagonisti del miglioramento della vita sociale e culturale della provincia, tenendo sempre uno sguardo vigile sugli accadimenti nazionali ed internazionali inerenti all’ambito di ricerca del progetto.

“L’atteggiamento dell’uomo verso la natura è passato dalla paura, alla comprensione, all’uso, all’abuso, alla preoccupazione” (J.S. Bowman)

Scadenza presentazione delle domande il 21 ottobre

Il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani propone un’esperienza formativa di cittadinanza attiva sul tema della cultura del limite rivolta adue ragazzi che decideranno di accedere al servizio civile volontario nell’anno 2011/2012. La conoscenza della “cultura del limite” porterà i ragazzi del servizio civile ad essere attori protagonisti del miglioramento della vita sociale e culturale della provincia, tenendo sempre uno sguardo vigile sugli accadimenti nazionali ed internazionali inerenti all’ambito di ricerca del progetto.

“L’atteggiamento dell’uomo verso la natura è passato dalla paura, alla comprensione, all’uso, all’abuso, alla preoccupazione” (J.S. Bowman)

La sostenibilità è un nuovo modo di pensare la qualità della vita, di ripensare le forme di benessere e di crescita economica durevole, una dimensione fortemente connessa all’etica e all’equità. Equità verso le generazioni future, verso i popoli impoveriti del mondo, depredati di risorse, di natura, di vita.

L'obiettivo del progetto è far conoscere la situazione di crisi ambientale ed etica che stiamo vivendo, con uno sguardo attento alle diverse misure di azione che sia l’ONU sia l’UE sia la nostra Provincia attuano percontrastare il deterioramento dell’ambiente nelle sue molteplici forme e per promuovere stili di vita realmente sostenibili.

I ragazzi del servizio civile si impegneranno nella progettazione e creazione di eventi volti alla sensibilizzazione della cittadinanza sulle tematiche indagate. Inoltre il metodo della peer education sarà al centro di attività scolastiche ed extrascolastiche al fine di sensibilizzare i giovani ad un consumo critico e ad uno stile di vita sostenibile promuovendo buone prassi di cittadinanza attiva.

Le diverse modalità di attuazione del progetto saranno per i ragazzi del servizio civile un’opportunità dicrescita personale e professionale, che si realizzerà attraverso il loro impegno nei dodici mesi del percorso formativo.

Il progetto mira a promuovere attività d’interesse per la cittadinanza, in particolari per i giovani, che possano garantire formazione, informazione e maggiore coinvolgimento e impegno attivo nella vita sociale e culturale della provincia, in una prospettiva allo stesso tempo globale e locale.

IL PROGETTO

Q.B: La cultura del limite - stili di vita e fantasia

CHI PUO' PARTECIPARE:

- i cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non compiuto il ventinovesimo anno di età;

- gli stranieri in possesso di permesso di soggiorno valido o in fase di rinnovo e residenti in provincia di Trento da almeno due anni, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non compiuto il ventinovesimo anno di età;

TERMINE ISCRIZIONI

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile pena l'esclusione. La domanda di partecipazione deve essere presentata direttamente all’ente che ha proposto il progetto entro e non oltre il 21 ottobre 2011 alle ore 14.00.

INFORMAZIONI

I giovani interessati a partecipare ad un progetto possono fare riferimento all’Ufficio provinciale (via Gilli 3 Trento 0461 493100 - uff.serviziocivile@provincia.tn.it) per informazioni di natura generale e per avere supporto nella scelta dei progetti.
Direttamente all’ente che propone il progetto, invece, sono da porre i questiti più specifici e le richieste di informazioni sul progetto.

PER SAPERNE DI PIU’

Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani

Consiglio della Provincia Autonoma di Trento

Galleria Garbari, 12 – TRENTO

tel: 0461213174 / 0461213175

martina.camatta@forumpace.it

francesca.zeni@forumpace.it