Coordinamento trentino contro il turismo sessuale minorile

Turismo responsabileDi fronte ai dati drammatici di un fenomeno grave e in costante espansione come quello del turismo sessuala minorile è fondamentale predisporre strategie di prevenzione che passano attraverso una vasta attività di sensibilizzazione e informazione rivolta all’opinione pubblica e la promozione di un turismo più responsabile ed etico: questo l’obiettivo del Coordinamento trentino contro il turismo sessuale minorile.

Turismo responsabile

 

 

Le ragazze non sono mai consenzienti, soprattutto le più giovani. Piangono tutti i giorni di vergogna e di orrore per essere costrette a eseguire quel che i clienti, uno più orribile dell’altro, pretendono da loro”.
“Il silenzio dell’innocenza”, Somalyn Mam

Maschio nel 90-95% dei casi, tra i 20 e i 40 anni, appartenente a diverse classi sociali, il cliente di turismo sessuale non ha sempre la piena coscienza di compiere qualcosa di illecito, pensa di controllare la situazione e insegue le fantasie sessuali con piccole lolite con la quasi certezza dell’impunità. Trova improbabili giustificazioni in luoghi comuni: “..qui le ragazze si sviluppano presto sono loro che si offrono ai turisti”,“.. gli diamo dei soldi per vivere per mangiare..”

Sono più di due milioni i minori che nei diversi paesi del mondo vengono sfruttati sessualmente, coinvolti in giri di prostituzione, abuso, pedofilia e pornografia; milioni i turisti occidentali a caccia di sesso proibito e gli italiani, più di 80.000 ogni anno, in cima alle classifiche. Negli ultimi anni il fenomeno sta proliferando in maniera allarmante, lo sviluppo dei voli low cost e l’utilizzo del web garantiscono facili spostamenti e coperture.

Asia, Africa, America Latina, Est Europeo in alcune aree del mondo questi uomini, uomini che incontriamo ogni giorno per strada, calpestano i diritti dei bambini e si sentono autorizzati a farlo perché in questi paesi o non esiste una legge che protegga l’infanzia o non viene applicata.

Di fronte ai dati drammatici di un fenomeno in costante espansione è fondamentale predisporre strategie di prevenzione che passano attraverso una vasta attività di sensibilizzazione e informazione rivolta all’opinione pubblica e la promozione di un turismo più responsabile ed etico. Diventa per questo rilevante il coinvolgimento degli operatori dell’industria turistica favorendo l’adozione del Codice Etico Mondiale per il Turismo nelle loro proposte di viaggio. Inoltre va affermato con chiarezza che il turismo sessuale a danno di minori è un reato ed è perseguito penalmente.

 

Indirizzo: loc. Pianezze 20 – 38050 Scurelle (Tn)

nochildsextourism@alice.it