Denis Mukwege: una figura di pace e speranza

Due imperdibili incontri – 17 e 18 novembre – rivolti alla popolazione e agli studenti per conoscere la figura di Denis Mukwege, ginecologo congolese che si occupa di donne vittime di violenza e si batte per fermare le atroci ingiustizie legate allo sfruttamento del coltan, materiale essenziale per la creazione delle batterie degli strumenti elettronici.
Il nome del Dott. Mukwege, medico e attivista contro stupri e violenze sulle donne (noto come il medico che ricuce le donne) viene ulteriormente indicato come possibile candidato ad interim per traghettare il paese verso le prossime elezioni presidenziali nella Rep. Dem. del Congo. È stato inoltre fondatore del Panzi Hospital nella periferia di Bukavu, nella provincia del Sud Kivu, una delle regioni più povere del suo paese, teatro di conflitti legati allo sfruttamento delle risorse naturali.
L’incontro, suddiviso in due giornate, ha previsto:
– Venerdì 17 novembre alle 20.30: presso l’oratorio della parrocchia di San Vigilio, si è svolto l’incontro pubblico con il Dott. Mukwege che ha messo in mostra la situazione attuale, parlando anche della sua esperienza con le vittime.
All’incontro, moderato dal giornalista Gabriele Carletti, erano presenti anche l’Ass. Sara Ferrari, On. Cécile Kyenge, John Mpaliza (Peace Man Walking), Massimiliano Pilati (Presidente Forum per la Pace e i Diritti Umani) e un rappresentante dei licei superiori coinvolti.
Durante la serata il dott. Mukwege ha illustrato il difficile quadro politico e sociale in cui si trova il suo paese, passando dalla mancata elezione dei leader locali nel 2006, alla nuova costituzione adottata nel 2011, la quale però ha contribuito allo status quo, risultando priva del cambiamento che si era preposta. Infine, le elezioni del 2016 che hanno visto ancora una volta vincitore Joseph Kabila (al potere dal 2001), sono state svolte contro le regole della Costituzione, risultando in un inasprimento delle tensioni interne.
Il Dottor Denis Mukwege ha ribadito di “non essere un politico e di non volersi candidare alle prossime elezioni”, tuttavia se fosse il suo popolo a volerlo, non chiude alla possibilità di fungere da traghettatore verso le prossime elezioni: “Tutto dipenderà dal contesto” afferma.
– Sabato 18 novembre in mattinata: incontro con gli studenti dei licei Leonardo da Vinci e Galileo Galilei di Trento che hanno personalmente invitato il Dott. Mukwege attraverso una lettera, che gli è stata recapitata attraverso John Mpaliza e Cecile Kyenge.
La mattinata ha visto la numerosa partecipazione da parte degli studenti dei licei trentini, presenti in oltre 700, insieme ai loro professori.
– Sabato 18 november in serata: cena solidale a favore dell’Ospedale di Panzi Hospital, presso la parrocchia Sacra Famiglia di Rovereto. Alla cena hanno partecipato diverse associazioni (Cava, Accri, Africa Tomorrow, Coopi Trentino, Sishu, Mlal, Fondazione Opera Campana dei Caduti,Tam Tam Per Korogocho, Comitato delle Associazioni per la Pace e i Diritti Umani, Spagnolli Bazzoni, Gruppo Autonomo Volontari in collaborazione con il Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani), oltre ai Licei da Vinci e Galilei di Trento.
A conclusione dell’evento il dottor Mukwege è stato omaggiato con una copia della Campana della pace di Rovereto.

DENIS MUKWEGE SARA FERRARI MASSIMILIANO PILATI INCONTRO CON IL DOTTOR DENIS MUKWEGE GINECOLOGO DEL CONGO TRENTO 17 NOVEMBRE 2017 FOTO PAOLO PEDROTTI

DENIS MUKWEGE INCONTRA SARA FERRARI E MASSIMILIANO PILATI
TRENTO 17 NOVEMBRE 2017
FOTO PAOLO PEDROTTI