Le utopie concrete di Alexander Langer

Redazione


Il 22 febbraio 1946 a Vipiteno veniva al mondo Alexander Langer, instancabile promotore di iniziative per la pace, la convivenza, i diritti umani e per la difesa dell’ambiente. A 70 anni esatti dalla nascita e a poco più di 20 anni dalla morte cosa resta del suo agire politico e della sua testimonianza di vita? Lunedì 22 febbraio ore 20.30 presso la sala conferenze della Fondazione Caritro (via Calepina 1 – Trento) un incontro per riflettere su questo interrogativo. In questa serata il Forum trentino per la pace e i diritti umani e il Movimento nonviolento intendono approfondire il pensiero e l’azione politica di questo mite lottatore, persuaso del cambiamento possibile.
L’evento si inserisce all’interno del progetto annuale Utopia500/Cercando una società più giusta***.

Intervengono:
Florian Kronbichler, Deputato SEL e autore del libro Alexander Langer il mite lottatore
Goffredo Fofi, Saggista, giornalista e direttore della rivista Lo Straniero
Mao Valpiana, Presidente di Movimento nonviolento
Modera: Massimiliano Pilati, Presidente del Forum trentino per la pace e i diritti umani

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

***Utopia500/Cercando una società più giusta propone un anno di incontri, convegni, concerti, spettacoli, presentazioni di libri, etc. dedicato alle utopie – realizzate, disattese, da realizzare – intese in senso ampio, a partire dal 500° anniversario dalla prima uscita del testo “Utopia” di Thomas More che la casa editrice trentina Il Margine ha appena presentato con una nuova traduzione.

Il calendario è in corso di definizione, ma durante l’anno ci saranno relatori provenienti da diversi ambiti, di competenza e territoriali: dopo Miguel Benasayag e Zygmunt Bauman (rispettivamente 17 e 31 gennaio scorsi) e questo appuntamento su Alexander Langer, sono attesi Alex Zanotelli, Agnes Heller, Frei Betto, Vito Mancuso, Massimo Recalcati, Peter Sloterdijk e altri.