Servizio civile nazionale

Bando progetto “Emergenza Accoglienza”

Pubblicato il bando per 12 giovani da coinvolgere nella realizzazioni del progetto “Emergenza Accoglienza”.Le domande di partecipazione devono essere consegnate direttamente a Cinformi entro e non oltre le ore 13.00 del 24 giugno 2011. Il progetto “Emergenza Accoglienza” nasce per dare una risposta adeguata ai servizi di accoglienza solidale dei profughi provenienti dall’Africa del Nord in seguito ai recenti conflitti. L’affluenza di profughi provenienti dalla Libia e dal Nord Africa, richiede l’intervento congiunto delle strutture provinciali nella predisposizione di attività ed iniziative in grado di offrire servizi di accoglienza e di integrazione.


Bando progetto “Emergenza Accoglienza”

Pubblicato il bando per 12 giovani da coinvolgere nella realizzazioni del progetto “Emergenza Accoglienza”.Le domande di partecipazione devono essere consegnate direttamente a Cinformi entro e non oltre le ore 13.00 del 24 giugno 2011. Il progetto “Emergenza Accoglienza” nasce per dare una risposta adeguata ai servizi di accoglienza solidale dei profughi provenienti dall’Africa del Nord in seguito ai recenti conflitti. L’affluenza di profughi provenienti dalla Libia e dal Nord Africa, richiede l’intervento congiunto delle strutture provinciali nella predisposizione di attività ed iniziative in grado di offrire servizi di accoglienza e di integrazione.

Per favorire l’accoglienza dei profughi e per promuoverne l’inserimento nelle comunità l’Ufficio Servizio Civile della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con l’Assessorato alla Solidarietà internazionale e alla convivenza, propone la realizzazione del progetto “un anno per ES.SER.CI.” denominato “Emergenza Accoglienza”.I destinatari del progetto sono i profughi già arrivati in provincia di Trento e quelli che arriveranno, non essendosi concluso il fenomeno di migrazione. I beneficiari del progetto saranno non solo gli stranieri coinvolti, ma anche le istituzioni che entreranno in contatto con loro, le associazioni e la popolazione dei territori ospitanti.

Il progetto “Emergenza Accoglienza” nasce per dare una risposta adeguata ai servizi di accoglienza solidale dei profughi provenienti dall’Africa del Nord in seguito ai recenti conflitti; il Trentino che normalmente si trova ad accogliere di un flusso di circa 30 rifugiati / richiedenti asilo all’anno, deve
fronteggiare un’emergenza che in meno di un mese ha visto giungere più di un centinaio di rifugiati che manifestano difficoltà e necessità di vario genere:

– di comunicazione con le istituzioni, sia per differenze linguistiche che culturali;
– di migliorare il loro inserimento nella comunità trentina con programmi di accoglienza, valorizzazione
della cultura di origine, progetti didattici di avvicinamento alla lingua italiana;
– spaesamento culturale, territoriale, ambientale;
– lontananza dal paese di origine e dalle famiglie e le possibili problemi di salute legati alla diaspora in mare.

L’amministrazione provinciale, la rete associativa e la popolazione trentina si sono attivati con spirito solidale per mettere in campo adeguate misure per fronteggiare questa emergenza. Tuttavia, le dimensioni del fenomeno, che si protrarrà nel tempo, e la molteplicità e complessità delle attività richiedono l’approntamento di adeguati strumenti specifici che garantiscano intervento su due principali ambiti:

– accompagnamento dei rifugiati nelle procedure amministrative e presso i servizi;
– supporto dei rifugiati nelle fasi di insediamento territoriale in particolare per favorire la costruzione di reti relazionali positive con le istituzioni, con il mondo dell’associazionismo e del volontariato.

Il progetto si propone di individuare un gruppo di giovani con buone competenze linguistiche, attitudine alla relazione interpersonale, sensibilità alle problematiche sociali ed interesse all’approfondimento di regole e leggi relative all’immigrazione che svolgano le seguenti funzioni di supporto ai profughi. Il bando dovrà essere consegnato presso Cinformi entro e non oltre le ore 13.00 del 24 giugno 2011.

Per avere maggiori informazioni e conoscere il progetto nei suoi particolari clicca qui