Caffè “Sinan Pascià” – 11 gennaio 2012

Il Teatro Sociale si trasforma in un caffè letterario, luogo di incontro delle culture del Mediterraneo

E’ stato presentato questa mattina in Conferenza Stampa presso il Wellcafè del Centro Servizi Culturali S. Chiara lo spettacolo Caffè “Sinan Pascià”, che si terrà mercoledì 11 gennaio 2012 alle ore 20.30 presso il Teatro Sociale di Trento. Si tratta dell’evento conclusivo del percorso annuale del Forum “Per una cittadinanza Euromediterranea” che ha visto protagonisti la storia, i pensieri, i saperi e le geografie della nostra Europa, intesa in senso originario come area di nascita, di incontro e di scambio di culture intorno al Mediterraneo.

I biglietti sono in vendita da oggi presso il Centro Servizi Culturali S.Chiara, il Teatro Sociale e le Casse Rurali *.

La serata in forma di spettacolo è organizzata dal Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani e co-prodotta con il Centro Servizi Culturali S. Chiara, con la collaborazione delle Associazioni Punto Europa, Giovani Federalisti Europei, Orchestramentis e Laboratorio Culturale Si può fare.

Regia: Ivan Tanteri

Ideazione, parole e testi: Michele Nardelli

Ideazione e percorso drammatugico: Emanuela Rossini

Ideazione e percorso musicale: Fausto Bonfanti

Parte attoriale:

Scena Animae Mundi e Teatro Immagini con la partecipazione attoriale di Valeria Parisi, Ester D’Amato, Renzo Fracalossi, Isabella Bonfanti, Elisabetta Offer e le testimonianze di Roberta Biagiarelli, Kanita Fočak, Ugo Morelli, Ali Rashid, Chiara Simoncelli.

Musica e canto: Antonio Colangelo Ensemble e Duo Orfeo

Danza: i danzatori dell’Associazione Amici della Danza di Ravina – Trento

Allestimento: Teatro Immagini

Scenografia: Massimiliano Surina

Luci: Marco Comuzzi

L’Europa dei caffè disegna una mappa tanto variegata quanto estesa di luoghi archetipici, di agorà politiche ed intellettuali, di ambienti semplici in cui lavorare e sognare. Ci porta dentro meditabondi girovagari, nei luoghi urbani e nelle periferie, tra le note prese sui taccuini di chi cerca un rifugio, anche solo per starsene al caldo ed ascoltare…

Caffè Sinan Pascià trasforma il Teatro Sociale in un caffè letterario del Tempo, attraversa frontiere e barriere linguistiche, e propone un viaggio lungo la storia di questa idea di Europa che nasce nei caffè, nei bistrot, nei bazar… un’Europa speziata, ricca di sonorità euromediterranee, in cui tradizioni e miti s’incontreranno con la grande Storia, per tracciare le tappe di un viaggio ancora in corso: quello di una vocazione squisitamente euromediterranea, che è umana e spirituale, nell’incontro tra le differenze.

Una serata in forma di spettacolo per concludere il percorso del Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani avviato il 1 ottobre 2010 e dedicato alla “Cittadinanza euromediterranea” e sviluppato lungo gli itinerari della storia, dei saperi, dei pensieri e delle geografie di un mare culla di grandi civiltà. Una serata che nasce in collaborazione con il Centro Servizio Culturali S.Chiara e che avrà luogo nel Teatro Sociale, luogo simbolico per una città come Trento che nella sua storia otto/novecentesca qui si è riunita e ha potuto costruire una nuova visione di sé, un senso di cittadinanza, dando vita a quel processo di grandi trasformazioni sociali, culturali ed economiche.

In un Teatro Sociale, liberato in parte dalle poltroncine in platea e trasformato nel Caffè Sinan Pascià, si raccoglieranno intorno a sé e prenderanno voce le creature mediterranee di Fabrizio De Andrè, che proprio in questo giorno, l’11 gennaio di tredici anni fa, ci ha lasciati.

I personaggi che animano “Creuza de mä”, che ci hanno accompagnati in questo itinerario lungo un anno e più, daranno corpo ad un racconto che si svilupperà fra musica, danza, parole, creando anche quelle “sospensioni” temporali in grado di evocare e far avanzare sulla scena altri tempi e altre storie (storie della memoria dell’Europa).

Musiche e narrazioni euromediterranee saranno portate in scena da musicisti, giovani attori in formazione e alcuni professionisti, provenienti dalle tante aree europee e mediterranee. Accanto a ciò, il Caffè prenderà vita con “avventori” speciali, testimoni diretti di eventi evocati sul palcoscenico che prenderanno la parola dando vita ad un vero incontro ‘tra’ e con il pubblico.

Caffè Sinan Pascià è innanzitutto e soprattutto un lavoro dove si è praticato l’arte dell’incontro: circa50 gli artisti che direttamente partecipano allo spettacolo (tra attori, musicisti, danzatori, avventori, curatori e regista).

Il progetto ha visto:

un laboratorio attoriale, tenuto dal regista Ivan Tanteri e dalla drammaturga Emanuela Rossini;

un laboratorio musicale, organizzato e curato da Fausto Bonfanti;

incontri e studi in collaborazione con il Forum (con la consulenza storica e letteraria di Michele Nardelli) e l’associazione Punto Europa (si ringrazia Davide Sartori). Un ringraziamento anche al Prof. Marco Brunazzo (Università degli Studi di Trento), Giuseppe Zorzi (Fondazione De Gasperi) e alla associazione Orchestramentis per la loro collaborazione e consulenza.

* Il costo del biglietto è di 10 euro.