APRE IL NUOVO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE

SCADENZA PER PRESENTARE LA CANDIDATURA 31 MARZO

Il Forum ha aderito al secondo turno di progetti per il Servizio Civile Provinciale. In questa occasione il progetto avverrà in collaborazione con l’Osservatorio Balcani e Caucaso- Transeuropa.

FINALITÀ

Il percorso intende coinvolgere il/la giovane in attività d’informazione, divulgazione, ricerca e curatela del portale di OBCT e della piattaforma Resource Centre per favorire la sensibilizzazione della società riguardo il tema dei diritti fondamentali e in particolare per promuovere conoscenza e dibattito sulla libertà e il pluralismo dei media presso la società civile italiana ed europea.

COMPITI SPECIFICI

  • collaborare con lo staff alla ricerca, curatela e aggiornamento regolare della piattaforma Resource Centre on Media freedom in Europe (www.rcmediafreedom.eu), coordinata da OBCT, sviluppando capacità di analisi e scrittura di contenuti adatti al web;
  • collaborare al lavoro editoriale sull’enciclopedia libera Wikipedia.en attraverso la realizzazione di articoli/voci che rendano più facilmente accessibili a un pubblico generalista conoscenze sullo stato dei diritti fondamentali e della democrazia in Europa, con particolare interesse per la libertà di espressione e per le politiche europee a sostegno del giornalismo libero e indipendente. Le competenze ottenute riguarderanno tutto il processo necessario per diventare un esperto wikipediano;
  • collaborare alla disseminazione dei materiali realizzati attraverso i social network (Twitter e Facebook), maturando le competenze da social media editor;
  • collaborare con il Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani nella divulgazione dei materiali realizzati attraverso il sito e i canali social dello stesso.

PROFILO RICHIESTO

Cerchiamo una persona che condivida gli obiettivi del progetto, che abbia interesse e conoscenza pregressa delle aree e delle tematiche di cui OBCT e il Forum si occupano, nonché interesse per la comunicazione digitale, capacità di relazione e disponibilità al lavoro in gruppo. Inoltre, gli elementi che caratterizzano il profilo che meglio si adatta al completo raggiungimento degli obiettivi del progetto sono: -laurea magistrale; -competenze informatiche e conoscenza delle logiche di utilizzo dei social network; -competenze linguistiche (inglese – livello avanzato); -familiarità con l’attività di ricerca e la redazione di testi.

SEDE DI SVOLGIMENTO

Principalmente il servizio si svolgerà presso la sede di OBCT a Rovereto.

 

In allegato la scheda di sintesi e il bando del progetto.
Sulle modalità di partecipazione al bando di servizio civile consultare la pagina web dedicata.
Per informazioni specifiche contattare Chiara Cont  allo 0464-424230

 

Scarpe allacciate: dagli studenti trentini lezioni di convivenza

Nell’anno scolastico 2014/2015, mentre “i viaggi della speranza” dalla Libia verso l’Italia assumono contorni sempre più drammatici, gli studenti del Liceo “Leonardo Da Vinci” di Trento decidono di impegnarsi in un progetto per favorire l’incontro, il dialogo e il confronto con i richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino. L’iniziativa, realizzata con il sostegno dell’associazione “Il Conto dei Sogni” e con il contributo del Cinformi della Provincia autonoma di Trento, si chiama “Scarpe allacciate”.

Contine reading

Scarpe allacciate: dagli studenti trentini lezioni di convivenza

Nell’anno scolastico 2014/2015, mentre “i viaggi della speranza” dalla Libia verso l’Italia assumono contorni sempre più drammatici, gli studenti del Liceo “Leonardo Da Vinci” di Trento decidono di impegnarsi in un progetto per favorire l’incontro, il dialogo e il confronto con i richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino. L’iniziativa, realizzata con il sostegno dell’associazione “Il Conto dei Sogni” e con il contributo del Cinformi della Provincia autonoma di Trento, si chiama “Scarpe allacciate”.

 

IO STO CON LA SPOSA – ALCUNI FERMOIMMAGINEdi Francesca Correr

Gabriele Del Grande è uno dei tre registi di Io sto con la sposa; il film-documentario nato dalle frasi di un incontro casuale, un incrocio di vite fortuito alla stazione centrale di Milano, quando un ragazzo palestinese chiedeva informazioni sul binario di partenza del treno per raggiungere la Svezia. Abdallah era sopravvissuto al naufragio di Lampedusa dell’11 ottobre 2013 (“naufragio di Lampedusa”, ricorrente quasi a chiamare per nome un tipo di morte preciso) e come tanti cercava di muoversi dall’Italia verso altre zone d’Europa.
L’Europa della libera circolazione, che non per tutti è tale.
CONTINUA

Nell’anno scolastico 2014/2015, mentre “i viaggi della speranza” dalla Libia verso l’Italia assumono contorni sempre più drammatici, gli studenti del Liceo “Leonardo Da Vinci” di Trento decidono di impegnarsi in un progetto per favorire l’incontro, il dialogo e il confronto con i richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino. L’iniziativa, realizzata con il sostegno dell’associazione “Il Conto dei Sogni” e con il contributo del Cinformi della Provincia autonoma di Trento, si chiama “Scarpe allacciate”.

L’interazione con la donna musulmana

Incontro al femminile
Sabato 14 febbraio 2015, ore 10.00 -18.00, auditorium Brione, Via via S. Pellico, Rovereto
Organizza: associazione Rehoboth

Incontro al femminile
Sabato 14 febbraio 2015, ore 10.00 -18.00, auditorium Brione, Via via S. Pellico, Rovereto
Organizza: associazione Rehoboth

 

L’associazione Rehoboth invita ad un’iniziativa rivolta a tutte le donne che vogliono imparare ad interagire con le donne musulmane, per conoscere quest’ultime, aiutandole senza offenderle. (Possono partecipare solo donne, per gli uomini ci sarà la possibilità di un programma a parte).

Informazioni ed iscrizioni: associazionerehoboth@gmail.com, 3474025968

Afghanistan, attentato a partita volley: 45 morti

Un kamikaze in moto si è fatto esplodere nella provincia orientale di Paktika. Tra le vittime giovani, bambini e alcuni agenti di polizia. Una sessantina le persone ferite

Almeno 45 morti, tra cui molti giovani e bambini, e una sessantina di feriti. Il bollettino di guerra dall’Afghanistan oggi registra una strage di civili per mano di un kamikaze, che si è fatto esplodere durante una partita di pallavolo nella provincia orientale di Paktika. L’attentato non è stato rivendicato, ma l’allarme sicurezza nel Paese è tale che le truppe americane resteranno impegnate ancora un altro anno in missioni di combattimento, superando così la scadenza del 2014, per far fronte all’avanzata dei talebani. 

Alle 17 locali, nel momento in cui la partita, organizzata dalla polizia locale, era in pieno svolgimento, un kamikaze a bordo di una moto si è fatto esplodere in mezzo alla folla. Questa ennesima strage, condannata duramente anche dal presidente Ashraf Ghani, non è stata rivendicata. Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid, non ha commentato l’accaduto.  
Tratto da La Stampa

Un kamikaze in moto si è fatto esplodere nella provincia orientale di Paktika. Tra le vittime giovani, bambini e alcuni agenti di polizia. Una sessantina le persone ferite
Almeno 45 morti, tra cui molti giovani e bambini, e una sessantina di feriti. Il bollettino di guerra dall’Afghanistan oggi registra una strage di civili per mano di un kamikaze, che si è fatto esplodere durante una partita di pallavolo nella provincia orientale di Paktika. L’attentato non è stato rivendicato, ma l’allarme sicurezza nel Paese è tale che le truppe americane resteranno impegnate ancora un altro anno in missioni di combattimento, superando così la scadenza del 2014, per far fronte all’avanzata dei talebani.  

Alle 17 locali, nel momento in cui la partita, organizzata dalla polizia locale, era in pieno svolgimento, un kamikaze a bordo di una moto si è fatto esplodere in mezzo alla folla, che si era radunata al campo di gioco arrivando da tre distretti, ha riferito il portavoce del governatore della provincia, definendo l’attentato «scioccante» per la modalità e per il numero delle vittime, la maggior parte delle quali giovani che stavano partecipando al torneo, tanto che le autorità locali hanno chiesto a Kabul di inviare degli elicotteri per evacuare i feriti. Questa ennesima strage, condannata duramente anche dal presidente Ashraf Ghani, non è stata rivendicata. I media hanno cercato una reazione dal portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid, che però non ha commentato l’accaduto.

L’ultimo grande attacco contro i civili in Afghanistan risale al 15 luglio scorso, con 90 persone uccise in un mercato, sempre nella provincia di Paktika. Anche in quella circostanza i talebani non avevano rivendicato l’attentato, anzi avevano negato la loro responsabilità. Gli integralisti, invece, si sono sempre attribuiti gli attacchi contro le forze di sicurezza locali e e contro obiettivi occidentali, che quest’anno si sono intensificati in tutto il Paese. Inoltre, la loro avanzata prosegue nel nord del Paese, nella provincia di Kunduz, una volta considerata tra le più sicure, facendo intravedere, secondo gli analisti, lo spettro di un nuovo Iraq dopo l’abbandono delle forze Nato.  

Tale scenario, secondo i media, avrebbe convinto il presidente americano Barack Obama a prorogare di anno le operazioni di combattimento delle truppe Usa contro i talebani e altri gruppi militanti nel caso di minacce ai soldati e al governo di Kabul. E da gennaio, con la scadenza anche della missione Isaf, la Nato – che all’inizio dell’anno schierava 50mila truppe – manterrà sul terreno una forza residua di circa 12.500 unità per il supporto e la formazione delle forze di sicurezza locali. Proprio oggi la Camera dei Rappresentanti afgana ha approvato a grande maggioranza i nuovi accordi sulla sicurezza firmati dal governo con gli Stati Uniti e con la Nato. 

Tratto da La Stampa

Eterni Fanciulli

Progetto culturale-artistico sul disagio ComportaMentale

Dal 12 al 24 novembre 2014 
Incontri, spettacoli e workshop a Trento e Pergine Valsugana

Organizza la Bottega Buffa CircoVacanti

in collaborazione con: AriaTeatro, Teatro Comunale di Pergine, Teatro delle Garberie Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, Porto Arlecchino

e con il sostegno di: Forum Trentino della Pace e dei Diritti Umani, Cassa Rurale di Pergine

Progetto culturale-artistico sul disagio ComportaMentale

Dal 12 al 24 novembre 2014 
Incontri, spettacoli e workshop a Trento e Pergine Valsugana

Organizza la Bottega Buffa CircoVacanti

in collaborazione con: AriaTeatro, Teatro Comunale di Pergine, Teatro delle Garberie Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, Porto Arlecchino

e con il sostegno di: Forum Trentino della Pace e dei Diritti Umani, Cassa Rurale di Pergine



PROGRAMMA COMPLETO 

Giovedì 13 novembre 2014. Teatro Comunale di Pergine. Ore 20,45
Spettacolo teatrale della Scuola Sperimentale dell’Attore/ Compagnia Hellequin
CAPITAN DON CALZEROTTE E ARLECCHIN SENZA PANZA
con Claudia Contin Arlecchino, Stefano Gava, Lucia Zaghet, Giulia Colussi. Regia di Ferruccio Merisi.
Un apologo sulla differenza, sull’amicizia, sulla condivisione del tempo, e dei sogni… La storia di due amici, due vecchi attori tragicomici, con i quali a vario titolo la vita non è stata generosa, che per dare un rifugio alla propria folle vecchiaia occupano un teatro abbandonato, coinvolgendo anche due sregolate e bizzarre badanti ucraine. Il più vecchio dei due amici – che l’altro chiama Maestro – si mette in testa di preparare un nuovo grande spettacolo, l’ultimo: un Don Chisciotte.
Ingresso: intero € 15; ridotto € 13,50; studenti scuole medie superiori 5€. Prenotazione e prevendita: www.teatrodipergine.it

Venerdì 14 novembre 2014. Teatro delle Garberie di Pergine. Ore 20,30
Spettacolo teatrale co-produzione Emit Flesti/Teatro E
DISABITATE
con Gelsomina Bassetti e Laura Mirone. Regia di Alessio Dalla Costa.
Sara è una vecchia, rinchiusa in una casa di riposo che chiama la grande boccia; è una donna colta e vitale, porta dentro di sé tutti i dolori, le delusioni, le paure del suo passato. I suoi sbalzi d’umore sono estremi e spesso incomprensibili: urla, impreca e sputa, perché nessuno abbia pena di lei. Varvara è ucraina. Da bambina camminava in equilibrio sulle rotaie. Ora è adulta, fa la badante e non vede altro che gente vecchia; è l’infermiera delegata a rappresentare l’umanità generosa. Si incontrano lì nella “grande boccia”ed è lì che si scontrano. Una realtà fuori dal tempo fatta di tisane, pillole e poco altro.
Ingresso: intero € 10; ridotto € 8. Posti limitati consigliata la prenotazione a info@bottegabuffacircovacanti.it

Sabato 15 novembre 2014. Teatro delle Garberie di Pergine. Ore 20,30
Spettacolo teatrale della Scuola Sperimentale dell’Attore
SCHIELE: IL COMPORTAMENTO RIDISEGNATO
di e con Claudia Contin Arlecchino e Ferruccio Merisi.
II Comportamento Ridisegnato è una dimostrazione di lavoro che nasce da un linguaggio immaginifico e gestuale stra-ordinario; a partire da testi di Giuseppe Ungaretti, di Antonin Artaud, di William Golding, Christa Wolf e dello stesso Egon Schiele, viene presentata sulla scena una collezione di momenti teatrali sperimentali che tratteggiano un affresco della civiltà occidentale dal punto di vista contrariato del poeta-profeta, dell’individuo malato ed errante.
Ingresso: intero € 10; ridotto € 8. Posti limitati consigliata la prenotazione a info@bottegabuffacircovacanti.it

Domenica 23 novembre 2014. Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas. Ore 18,00
Azione teatrale della Scuola Sperimentale dell’Attore
LA GUERRA DEL POETA.
con Claudia Contin Arlecchino. Regia Ferruccio Merisi
Un’azione teatrale dedicata alla figura del poeta soldato Giuseppe Ungaretti. Il montaggio drammaturgico segue un percorso di associazioni profonde che scompone e ricompone poesie e interviste, urla e silenzi, momenti d’immobilità e drammatiche gesticolazioni in omaggio a quella incessante ricerca per una Nuova Coscienza Umana che riesce a sopravvivere e a rinnovarsi nonostante i tragici compromessi della Storia.
A seguire dibattito con documenti video sull’Eterno Fanciullo Giuseppe Ungaretti ed anteprima al progetto Fossili del Futuro con esposizione di xilografie e sculture sul tema delle mutazioni e la follia del nucleare negli ultimi Cento anni.
Ingresso libero. Posti limitati consigliata la prenotazione a info@bottegabuffacircovacanti.it

——————————————————————————–
INCONTRI COLLEGATI 

Mercoledì 12 novembre 2014. Istituto Artigianelli per le Arti Grafiche di Trento. Ore 14,30
PRESENTAZIONE LIBRO CAPITAN DON CALZEROTTE E ARLECCHIN SENZA PANZA
con gli autori e protagonisti dell’opera: Claudia Contin Arlecchino, Ferruccio Merisi, Stefano Gava, Compagnia Hellequin e il fotografo Luca Fantinutti
con la collaborazione della libreria Àncora Artigianelli di Trento per la vetrina espositiva del progetto dal 6 al 31 novembre 2014
Ingresso libero

Giovedì 13 novembre 2014. Foyer Teatro Comunale di Pergine. Ore 10,30
PRESENTAZIONE LIBRO CAPITAN DON CALZEROTTE E ARLECCHIN SENZA PANZA
con gli autori e protagonisti dell’opera: Claudia Contin Arlecchino, Ferruccio Merisi, Stefano Gava, Compagnia Hellequin e il fotografo Luca Fantinutti
Ingresso libero

Venerdì 14 novembre 2014. Istituto scolastico superiore Marie Curie di Pergine. Ore 10,30
PROIEZIONE TRATTI INDOSSO
Cortometraggio di Valeria Spera. Video-documentario sulla Tragedia dell’Arte di Claudia Contin Arlecchino e Ferruccio Merisi.
Incontro degli studenti con l’artista Claudia Contin Arlecchino sul tema del disagio comporta-mentale come spazio di incontro culturale dal punto di vista dell’attore e dal punto di vista dell’artista.
Ingresso libero

Da domenica 16 a domenica 23 novembre 2014. Sala prove del Teatro Comunale di Pergine
Otto giornate di workshop teatrale
IO, ETERNO FANCIULLO
con il maestro Claudia Contin Arlecchino

Traiettorie estreme per il corpo, codificate e ricostruite seguendo il bestiario umano ritratto nei quadri di EgonSchiele. L’allievo attore/danzatore affronterà una metodologia che si basa su gestualità e movimenti che coinvolgono il sistema nervoso come fonte cinetica. Nella Tragedia dell’ Arte di Claudia Contin Arlecchino ogni minimo movimento diventa portatore di significato e pertanto è necessario allenare il corpo a raggiungere precisione, duttilità ed eloquenza visiva. Il lavoro certosino di scomposizione, non più muscolare ma nervosa, di ogni parte del corpo rende indipendente l’Arte dell’Attore nel trovare sempre nuove soluzioni di gestualità e di costruzione dei suoi personaggi.

Info e iscrizioni: massimo 20 persone. info@bottegabuffacircovacanti.it
Facilitazioni sulla quota di iscrizione per figli di soci e clienti della Cassa Rurale di Pergine