Cafè de la Paix. Inaugurazione!

Giovedì 29 novembre 2012, ore 17.30profilo Facebook.
scarica locandina

Giovedì 29 novembre 2012, ore 17.30Segui le attività sul profilo Facebook
scarica locandina

Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani
Cafè Culture

Per maggiori informazioni: 3473242667 (Federico Zappini), 3468639590 (Francesca Quadrelli)




Cafè de la Paix: uno spazio di incontro nel cuore della città

Trovare le modalità e gli strumenti affinché la pace entri a far parte della nostra vita quotidiana, dei comportamenti, delle relazioni, dell’azione di governo di una comunità; non qualcosa a cui richiamarsi di fronte alle guerre, ma una cultura da costruire in primo luogo in tempo di pace: questa è la prospettiva da cui nasce il progetto Cafè de la Paix.
Se le guerre hanno sin qui scandito il trascorrere dei secoli, vuol dire che la pace è qualcosa di estremamente complesso, che non investe solo le relazioni fra i popoli e gli stati bensì la natura umana. Per questo deve diventare oggetto di educazione permanente, di studio, di conoscenza. Non per gli addetti ai lavori, ma per ogni persona. Non un’enunciazione di principi morali, ma la messa in pratica di azioni concrete, la condivisione di pensiero, la costruzione di un immaginario possibile.

C’è a Trento uno spazio che sembra fatto su misura per questa idea. Si tratta di Passaggio Teatro Osele, che collega Via del Suffragio e Piazza della Mostra. Il Passaggio si apre all’interno con una piccola piazzetta dove, nei locali di proprietà dell’Itea, esisteva un’attività commerciale oggi trasferitasi altrove. E’ uno spazio da qualche tempo piuttosto degradato ed un suo utilizzo sociale avrebbe anche un effetto positivo per le attività adiacenti a quel luogo e gli abitanti di una zona centrale della città che rappresenta una delle porte d’ingresso verso il Castello del Buonconsiglio. Gli anfratti della piazzetta ben si presterebbero alla realizzazione di eventi pubblici come la presentazione di libri, film, rassegne culturali, esposizioni di vario genere o anche saggi di buona musica, poesia…

Il Cafè de la Paix vuole diventare un luogo di incontro nel senso più pieno del termine. Incontro fra persone, innanzitutto, e la cosa non è affatto banale perché ce n’è bisogno e la gente è sempre più sola. Ma anche fra vecchie e nuove cittadinanze, fra le culture diverse che faticano a riconoscersi e tendono a chiudersi in se stesse. Incontro di idee, di espressioni culturali ed artistiche, ma anche di suggestioni, di racconti di viaggio, di sapori, mettendo in rete e valorizzando le realtà associative che lavorano in questi ambiti, o nelle comunità di cittadini provenienti da altri paesi o, ancora, nelle realtà della cooperazione internazionale. Saranno proposte serate di informazione, documentazione, narrazione, dibattito, musica valorizzando la rete di relazione tra le associazioni che fanno parte del Forum e più in generale iniziative che coinvolgano la comunità trentina.

A fine novembre finalmente il Cafè de la Paix aprirà le sue porte alla città di Trento. La nostra speranza è quella che e le sue attività sappiano trasmettere al visitatore la percezione di un territorio che ha fatto della ricerca sulla pace e sui diritti umani un motivo di orgoglio, una parte importante della propria identità culturale.

Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani