Il coraggio dell’utopia: i profughi, i migranti e l’ingiustizia mondiale

Arianna Bazzanella


Lunedì (dell’Angelo) 28 marzo ore 20.30 alla Badia di San Lorenzo a Trento, Alex Zanotelli e Vincenzo Passerini in dialogo su un tema di attualità: migrazioni, profughi, ingiustizia mondiale. 

…Come missionario faccio mie le parole del vescovo di Casablanca (Marocco), Santiago Agrelo, inorridito per l’uccisione di quindici immigrati che hanno tentato di scavalcare il muro di Ceuta il 6 febbraio scorso:
«È inaccettabile che la vita di un essere umano abbia meno valore di una presunta sicurezza e impermeabilità delle frontiere di uno Stato. È inaccettabile che una decisione politica vada riempiendo di tombe il cammino che i poveri percorrono con la forza di una speranza. È inaccettabile che merci e capitali godano di più diritti dei poveri per entrare in un Paese. È inaccettabile che si rivendichino frontiere impermeabili per i pacifici della terra e si tollerino frontiere permeabili al denaro, alla corruzione, al turismo sessuale, alla tratta delle persone, al commercio delle armi.»…
Dalla prefazione di Alex Zanotelli a Ricordati che sei stato straniero anche tu di Vincenzo Passerini, 13 febbraio 2015 (pagina 8)

Lunedì (dell’Angelo) 28 marzo ore 20.30 alla badia di San Lorenzo (Trento), nuovo appuntamento di Utopia500/Cercando una società più giusta organizzato in collaborazione con CNCA (Coordinamento nazionale comunità di accoglienza) del Trentino-Alto Adige e Forum trentino per la pace e i diritti umani.
Il coraggio dell’utopia: profughi, migranti e ingiustizia mondiale
Alex Zanotelli in dialogo con Vincenzo Passerini
L’Occidente si trova ad affrontare un difficile momento storico con oltre 60 milioni di profughi in fuga da guerre, carestie, povertà. Molte proposte si levano per accogliere, allontanare, rifiutare, capire, gestire. Ne parleremo con due testimoni sensibili: Alex Zanotelli e Vincenzo Passerini.

Successivi appuntamenti al teatro Sociale di Trento:
martedì 5 aprile ore 20.30 la nemica delle barriere e del razzismo ungherese, la filosofa Agnes Heller, parla di utopie e distopie, presentando con Riccardo Mazzeo il suo ultimo libro “Il vento e il vortice”;
sabato 9 aprile ore 20.30 Andrea Castelli e Luca Pedron leggono pagine dall’Utopia di T. More con l’Ensemble vocale e strumentale del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio Bonporti: Marta Redaelli, soprano; Mariapia Bortolotti, contralto; Mattia Culmone, tenore; Lorenzo Ziller, basso; Alessandro Baldessarini, liuto; Roberto Gianotti, direttore cantore. Introduce Vincenzo Passerini.

Utopia500/Cercando una società più giusta è un progetto realizzato dal Servizio attività culturali della Provincia di Trento in collaborazione con la casa editrice Il Margine.

0001