Le

VENDITA FORME DI PARMIGIANO REGGIANO A SOSTEGNO DEI TERREMOTATI

Organizza:

Comitato delle Associazioni per la Pace e i Diritti Umani

 

Sommato alla perdita del formaggio non più commerciabile tramite il solito canale di vendita, viene stimato un danno totale pari a 4.300.000 Euro. Francesco Paradisi e sua moglie Luisa Ori, casari presso il caseificio Andreasi di Villa Poma, hanno ottenuto il 29 aprile scorso, la “Medaglia d’Oro” come casari benemeriti della zona di Mantova.

Il “Comitato trentino NOPPAW”, che tanto si è adoperato lo scorso anno per promuovere il Premio Nobel per la Pace alle Donne Africane e all’interno del quale le 4 associazioni consorziate operano soprattutto per educare alla Solidarietà Internazionale, in occasione della drammatica situazione che si è venuta a creare in Emilia dopo essere stata colpita pesantemente dal terremoto, con associazioni diverse di volontariato desidera aiutare anche chi sta alla porta accanto, aprendosi ad un’inziativa diversa. Si evince sia su internet che attraverso altri canali che le proposte per un aiuto concreto ci sono.
Il Comitato trentino NOPPAW, assieme alla Sezione SAT di Brentonico, Nordic Walking Arcobaleno, Gruppo Alpini Albiano e ACLI Volano, promuove l’iniziativa “Le forme della solidarietà”.
Il presidente dell’Ass. AFRICA TOMORROW, dottor Mauro Previdi chirurgo dell’ospedale di Rovereto, residente da anni nella nostra città ma nativo in provincia di Mantova, è venuto a conoscenza di una drammatica situazione creatasi nel Nuovo Caseificio Andreasi di Villa Poma. I casari sono conosciuti personalmente dal medico, che ha visitato la struttura la settimana scorsa. Il Comitato si è attivato a fine maggio per aiutare un caseificio della zona colpita, ma conoscendo la situazione attraverso gli occhi del socio si è pensato di convogliare l’aiuto proprio a questo caseificio del mantovano, considerando anche il fatto che c’è maggiore sicurezza nell’aiutare chi già si conosce anziché affidarsi ad un annuncio letto via internet. Si potrà così monitorare il progetto di recupero del Nuovo Caseificio Andreasi per la sua nuova partenza post sisma.
Invitiamo tutti a partecipare a questa iniziativa, che vede coinvolte associazioni diverse.Nella locandina emergono molto sinteticamente alcune informazioni riguardanti la drammaticità dell’evento per il Nuovo Caseificio Andreasi.

L’impegno che chiediamo è di divulgare l’iniziativa con la raccolta di prenotazioni.

Scarica il pdf. dell’iniziativa: