Luci di dignità

Per mettere fine al massacro. A fianco di chi rivendica libertà e diritti, per costruire un futuro diverso.

Di fronte alle richieste di istanze democratiche che vengono dai paesi che si affacciano sulla sponda meridionale del Mediterraneo e davanti alla sanguinosa repressione in corso in Libia, il Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani, invita tutta la cittadinanza a portare il proprio messaggio di vicinanza alle popolazioni, testimoniando la propria assunzione di responsabilità attraverso una candela accesa, la cui fiamma illumini le finestre e i balconi di tutte le case. Sit-in sabato 26 febbraio, ore 17.00, Piazza Pasi a Trento.

Sabato 26 febbraio le candele porteranno la propria luce in Piazza Pasi dove è convocato un presidio pubblico alle ore 17.00 per testimoniare l’importanza di continuare a porre attenzione verso la possibilità di cambiamento politico e sociale nei paesi che condividono il nostro stesso mare, paesi e popoli che ci invitano a riflettere sul senso della democrazia, dei diritti, nonché delle scelte che i governi europei intendono fare nei mesi a venire.

Per mettere fine al massacro. A fianco di chi rivendica libertà e diritti, per costruire un futuro diverso.

Di fronte alle richieste di istanze democratiche che vengono dai paesi che si affacciano sulla sponda meridionale del Mediterraneo e davanti alla sanguinosa repressione in corso in Libia, il Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani, invita tutta la cittadinanza a portare il proprio messaggio di vicinanza alle popolazioni, testimoniando la propria assunzione di responsabilità attraverso una candela accesa, la cui fiamma illumini le finestre e i balconi di tutte le case. Sit-in sabato 26 febbraio, ore 17.00, Piazza Pasi a Trento.

Sabato 26 febbraio le candele porteranno la propria luce in Piazza Pasi dove è convocato un presidio pubblico alle ore 17.00 per testimoniare l’importanza di continuare a porre attenzione verso la possibilità di cambiamento politico e sociale nei paesi che condividono il nostro stesso mare, paesi e popoli che ci invitano a riflettere sul senso della democrazia, dei diritti, nonché delle scelte che i governi europei intendono fare nei mesi a venire.

La violenza di queste ore oltre alle donne e agli uomini scesi in piazza cerca di uccidere la speranza di cambiamento, ma niente e nessuno potrà cancellare l’ampiezza delle trasformazioni che possono derivare, in Europa e nel Mediterraneo, dalle richieste della società civile.

In questo contesto appaiono inquietanti i legami che hanno unito ed ancora uniscono l’Italia e la Libia, verso un regime come quello di Gheddafi con il quale il nostro paese intreccia da anni rapporti finanziari, commercio d’armi ed investimenti, alla faccia del rispetto dei diritti umani.

Le candele che verranno accese in Piazza Pasi sabato pomeriggio cercheranno di esprimere il cordoglio verso le vittime della repressione, la protesta verso ciò che sta accadendo, e saranno simbolo del ricordo verso ogni vittima caduta in questi giorni.

Per illustrare l’iniziativa all’informazione trentina, venerdì 25 febbraio 2011 alle ore 11.30, è previsto un incontro con la stampa che si svolgerà presso la sede del Forum, in Galleria Garbari n.12 a Trento.