Microcredito e microfinanza: un modello di successo per la riduzione della povertà?

Tre e quattro giugno: incontri e proiezioni

Negli ultimi 15 anni si è strutturato un sistema finanziario che utilizzando il credito come strumento di sviluppo economico e sociale raggiunge ora decine di milioni
di persone. Ma le criticità connesse alla crescita della rete della microfinanza
hanno portato all’apertura di un ampio dibattito sul senso e l’efficacia delle attività di finanza solidale e microcredito. L’incontro promosso da Mandacarù Onlus e dal Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani vuole fare il punto con alcuni dei principali operatori italiani nel settore della microfinanza.

Tre e quattro giugno: incontri e proiezioni

Negli ultimi 15 anni si è strutturato un sistema finanziario che utilizzando il credito come strumento di sviluppo economico e sociale raggiunge ora decine di milioni
di persone. Ma le criticità connesse alla crescita della rete della microfinanza
hanno portato all’apertura di un ampio dibattito sul senso e l’efficacia delle attività di finanza solidale e microcredito. L’incontro promosso da Mandacarù Onlus e dal Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani vuole fare il punto con alcuni dei principali operatori italiani nel settore della microfinanza.

Il microcredito e la microfinanza: un modello di successo per la riduzione della povertà?

Ore 10.30 sabato 4 giugno 2011
Aula magna del Museo Tridentino
di Scienze Naturali, in via Calepina 14

Banco di Credito Cooperativo dei caffeicoltori di Uciri Messico

Incontro condotto da Francesco Terreri, giornalista economico,
con la partecipazione di:
Michele Nardelli presidente del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani
Paolo Brichetti presidente Microventures Investments
Laura Foschi direttrice generale Etimos
Giampietro Pizzo presidente Microfinanza

Le proiezioni al Festival
Una selezione speciale di documentari e animazioni tratti dal Festival “Tutti nello stesso piatto”

Palazzo Calepini sala della Fondazione Caritro
in via Calepina,
ingresso libero

Venerdì 3 giugno 2011
Ore 21.00

“GRANDI SPERANZE”
Regia: Massimo D’Anolfi, Martina Parenti | Produzione: Montmorency Film Paese: Italia | Anno: 2009 | Lingua: Italiano | Durata: 75’
Da chi è composta la futura classe dirigente italiana? Tre imprenditori offrono elementi di risposta a questo interrogativo: Antonio Ambrosetti, fondatore di un nuovo corso dal titolo «Leader del Futuro», Federico Morgantini, giovane che le ambizioni imprenditoriali hanno condotto in Cina, e Matteo Storchi, manager di successo di un’azienda famigliare. I registi si prefiggono di ritrarre degli individui nel loro «ruolo di leader all’interno della società che rappresentano».
Così seguono i tre personaggi nella loro quotidianità professionale. E i tre approdano tutti a una fase cruciale della loro carriera, una fase in cui si chiedono se i loro progetti avranno successo. Sospeso tra speranza e pessimismo, con uno sguardo pieno di umorismo, il film ci propone un’avventura umana dall’Italia alla Cina sulle orme di questi imprenditori d’oggi, spesso destinati, più per nascita che per vocazione, a comandare.

“LOGORAMA”
Regia: H5 (François Alaux, Hervé de Crécy, Ludovic Houplain) Produzione: Autour De Minuit, Nicolas Schmerkin Paese:| Francia Anno:| 2009 Lingua: Inglese Sottotitoli:| Italiano Durata:| 16’05”
Una rapina in un fast food a Los Angeles con fuga disperata in autostrada. Niente di più visto al cinema. Ma la novità, in questo caso, è che il pericoloso e armato delinquente è Ronald McDonald, tra gli ostaggi c’è Mr. Pringles e i poliziotti sono gli omini Michelin. L’intera metropoli è infatti popolata e formata da oltre 2500 celebri loghi e mascotte industriali: dal Lego a Levi’s, da Emi ad Apple, da Pirelli a Jack Daniel’s fino al coccodrillo Lacoste, il bimbo Haribo, il coniglietto di Playboy e il panda del Wwf. Una vera e propria metafora visiva dell’odierna civiltà dei consumi che sarà letteralmente spazzata via in modo improvviso e quasi liberatorio.

Sabato 4 giugno 2011
Ore 21.00

“BANANAS!”
Regia: Fredrik Gertten | Produzione:WG Film | Paese: Svezia | Anno: 2009
Lingua: Inglese e Spagnolo | Sottotitoli: Italiano | Durata: 87’
Juan “Accidentes” Dominguez ha per le mani il caso più grosso della sua vita. Per conto di dodici bananicoltori nicaraguensi, cerca di inchiodare, in una battaglia legale mai intentata prima, la “Dole Food” per avere usato pesticidi illegali anche se sapeva che erano causa di sterilità. Riuscirà Juan Dominguez a sconfiggere il gigante, oppure sarà la corporazione a farla franca? Con questo documentario ricco di suspense, il regista Fredrik Gertten getta nuova luce sulla politica globale del cibo.

“ HOW TO DESTROY THE WORLD / COME DISTRUGGERE IL MONDO”
Regia: Pete Bishop Produzione:| Pete Bishop Paese:| Regno Unito Anno:| 2008
Lingua: Inglese Sottotitoli:| Italiano Durata:| 4 episodi di 2’
Divertente serie di animazione in onda su Discovery Channel, How to Destroy the World è un improbabile programma di approfondimento scientifico che, attraverso la voce impostata del più istituzionale dei presentatori, illustra come l’uomo sia riuscito a distruggere il pianeta. Nelle quattro puntate, ognuna su un determinato argomento, “Immondizia”, “Trasporti”, “Cibo” e “Videogiochi”, vengono derise le abitudini dell’uomo contemporaneo, con un umorismo surreale che ricorda i migliori sketch dei Monty Python, attraverso disegni semplici e trovate narrative folli e ironiche.