In migliaia dicono NO agli F-35: il Governo ci ascolti

Domani a Roma conferenza stampa e consegna delle firme contro gli F-35

nof35Dai problemi tecnici ai costi sempre in aumento, dai dubbi di tutti gli altri paesi partner alla ostinata decisione di continuare l’acquisto da parte del nostro Ministero della Difesa, alle inesistenti “penali” sulla cancellazione dell’acquisto, l’opinione pubblica ha avuto modo in questi ultimi mesi di capire meglio cosa sta dietro al progetto del caccia F-35. E comprendere come si tratti dell’ennesimo e gigantesco spreco di denaro pubblico a sostegno delle spese militari distolto invece da usi socialmente ed ambientalmente più utili e necessari.

Per sostenere il nostro rinnovato appello al Governo per un cambio di linea su questo progetto – anche a nome delle migliaia di persone che hanno sostenuto la campagna – l’appuntamento è per una mobilitazione di piazza giovedì 12 luglio a Roma, in Piazza Montecitorio alle ore 12,30.

Il momento di presenza in piazza sarà preceduto da una Conferenza Stampa al Senato della Repubblica (Sala Nassirya, ore 11.30) incentrata sui problemi e i costi del caccia F-35 (con nuovi dati che smentiscono la posizione del Ministero della Difesa) e sulla mobilitazione in merito alla revisione dello strumento militare (il cosiddetto DDL Di Paola) in corso di discussione in Parlamento: un provvedimento che non porterà a nessun vero risparmio ma sposterà l’impiego di risorse pubbliche verso nuovi acquisti di sistemi d’arma, come anche confermato dalle decisioni prese nell’ambito della “spending review”. Mentre il Governo ha infatti deciso di intervenire ancora una volta in maniera drastica sulla spesa sociale e sanitaria, le riduzioni per la Difesa e per l’acquisto di armamenti si limitano a poche decine di milioni e definiscono una diminuzione degli effettivi delle Forze Armate che si realizzerà solo dopo diversi anni. Nel contempo nelle ultime bozze del provvedimento – nonostante ipotesi iniziali – non pare vengano toccati gli investimenti per l’acquisto di armamenti: un’ipotesi di taglio di 100 milioni anno sui capitoli di
spesa per le armi è stata infatti all’ultimo momento rigettata.

Ne parleranno i coordinatori delle tre organizzazioni promotrici Giulio Marcon (Campagna Sbilanciamoci!), Flavio Lotti (Tavola della Pace) e Francesco Vignarca (Rete Italiana per il Disarmo) illustrando con dati ed analisi le controproposte del mondo della Pace per tagliare le ali alle armi.

Tavola della pace

Roma, 11 luglio 2012

****

Accrediti partecipanti

Per disposizione del Senato della Repubblica, è indispensabile confermare la propria partecipazione entro le ore 15 di mercoledì 11 luglio a segreteria@disarmo.org (oppure al numero di telefono
328/3399267). Per gli uomini è obbligatorio indossare la giacca e la cravatta.

Accrediti giornalisti

Le richieste di accredito per giornalisti, fotografi e telecineoperatori devono essere inviate al Senato – Ufficio stampa – al fax 06.6706.2947, e-mail accrediti.stampa@senato.it e devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento di identità dei giornalisti, fotografi e operatori e l’ indicazione della testata di riferimento specificando l’eventuale attrezzatura che vorranno portare.

****

Tutte le informazioni sulla campagna contro i caccia F-35 si possono trovare sui siti delle organizzazioni promotrici:

www.perlapace.it (Tavola della Pace) – www.sbilanciamoci.org (Campagna Sbilanciamoci!) – www.disarmo.org (Rete Italiana per il Disarmo).

La petizione online (con i dettagli per la raccolta di firme cartacee è invece raggiungibile all’indirizzo www.disarmo.org/nof35

L’azione di mobilitazione specifica contro il DDL Di Paola di riforma dello strumento militare è raggiungibile al sito www.perlapace.it

Per contatti stampa

Rete Italiana per il Disarmo: segreteria@disarmo.org – 328/3399267

Tavola della Pace – Ufficio Stampa: stampa@perlapace.it – Cell. 335.1401733 – Tel. 075/5734830 – Fax 075/5739337

Sbilanciamoci! – Ufficio Stampa: info@sbilanciamoci.org – 06/8841880

Pubblicato in Senza categoria.