Nascere qui e altrove salute, diritti e diversità

Un percorso per gli insegnanti delle scuole secondarie di II grado

La World Social Agenda (WSA) prosegue il percorso che la Fondazione Fontana onlus ha promosso a partire dal 2008 dedicati agli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio definiti dalle Nazioni Unite. La seguente proposta prende spunto dagli Obiettivi del Millennio 5 e 4 per affrontare i temi della salute, della diversità e dei diritti stimolando il confronto tra i contesti dei Sud del mondo e il contesto locale trentino e nazionale.

La presente proposta formativa ha ottenuto il riconoscimento del Dirigente del Servizio per lo sviluppo e l’innovazione del sistema scolastico e formativo della Provincia Autonoma di Trento.

 

La partecipazione al percorso è a titolo gratuito. A chi si rivolge: ai docenti delle scuole secondarie di II grado del Trentino.

Un percorso per gli insegnanti delle scuole secondarie di II grado

La World Social Agenda (WSA) prosegue il percorso che la Fondazione Fontana onlus ha promosso a partire dal 2008 dedicati agli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio definiti dalle Nazioni Unite. La seguente proposta prende spunto dagli Obiettivi del Millennio 5 e 4 per affrontare i temi della salute, della diversità e dei diritti stimolando il confronto tra i contesti dei Sud del mondo e il contesto locale trentino e nazionale.

La presente proposta formativa ha ottenuto il riconoscimento del Dirigente del Servizio per lo sviluppo e l’innovazione del sistema scolastico e formativo della Provincia Autonoma di Trento.

 

La partecipazione al percorso è a titolo gratuito. A chi si rivolge: ai docenti delle scuole secondarie di II grado del Trentino.

 

(Circa 15 insegnanti).

Periodo: marzo e aprile 2011

 

Adesioni: entro il 13 marzo 2011

 

Obiettivo:

 

Il presente percorso intende avvicinare gli insegnanti alle questioni dello sviluppo umano globale offrendo al contempo elementi di contenuto e metodo utili a stimolare negli studenti la riflessione e l’analisi. Da un punto di vista tematico si affronterà le problematiche rilevate dal 5 e del 4 Obiettivo di Sviluppo del Millennio.

 

Nello specifico, l’obiettivo del percorso è promuovere l’informazione e la formazione sui temi della salute, del genere e della diversità, affinché possano essere maggiormente compresi alcuni aspetti specifici ad essa relativi quali: il legame tra salute e cultura e l’importanza di un approccio che sia sensibile e attento alle diversità culturali; il legame tra salute delle donne e diritti dell’infanzia; la necessità di garantire pari diritti e opportunità alle donne al fine di tutelare la loro salute; la relazione tra l’accesso alla salute per le donne e il livello di sviluppo e benessere della società; la necessità di un approccio di genere; lo stretto legame tra gli Obiettivi 5 e 4 della Campagna del Millennio e gli altri Obiettivi.WORLD SOCIAL AGENDA _PERCORSO PER GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE SECONDARIE di II GRADO NASCERE QUI E ALTROVE: SALUTE, DIRITTI E DIVERSITA’

 

Contenuti e metodologia:

 

Il percorso di formazione per docenti è articolato in quattro incontri:

 

La salute materno-infantile: con quale diritto? (3,00 ore) La salute materna si lega necessariamente alla salute dei bambini. Obiettivo dell’incontro è introdurre al tema del diritti alla salute in particolare a quella dei minori e della maternità. Attraverso l’analisi delle diverse carte e accordi internazionali, si giungerà a considerare il contesto nazionale e locale individuandone caratteristiche e criticità.

 

La salute materna nei sud del mondo. (3 ore) Si stima che attualmente ogni anno 536.000 donne muoiano a causa di complicazioni durante il parto o la gravidanza; il 99% di queste morti avviene in paesi in via di sviluppo (The Millennium Development Goals Report 2009). Avvicinarsi alla comprensione del fenomeno della mortalità materna permette di comprendere con concretezza il tema dello sviluppo umano globale. Obiettivo di questo incontro è introdurre al tema del diritto e dell’accesso alla salute (in particolare per le donne), comprendere il legame tra salute delle donne e diritti dell’infanzia. Sarà inoltre importante analizzare i determinanti della salute e nello specifico della mortalità materna nei sud del mondo, descrivendo la situazione attuale e le prospettive future e narrando esperienze concrete. Verrà infine dato accenno al fenomeno delle mutilazioni genitali femminili.

 

La maternità vissuta in contesti e culture diverse. (3 ore) I significati, le pratiche e le rappresentazioni culturali della maternità e della paternità si danno in maniera diversa a seconda dei contesti geografici, religiosi o nazionali in cui essi avvengono. Obiettivo di questo incontro è comprendere insieme lo scarto che esiste tra la maternità come “fatto naturale” e la maternità come “fatto socio-culturale” esplorando sia le differenze che le similitudini che esistono sotto il profilo culturale nell’esperienza delle madri di diverse parti del mondo. Dopo una prima parte dell’incontro dedicata ad una riflessione di tipo teorico, si cercherà di declinare le riflessioni fatte in senso “pratico” ovvero di immaginare delle modalità e degli strumenti attraverso cui trasferire queste riflessioni a studenti e studentesse.

 

La Campagna del Millennio e degli 8 Obiettivi. Valutazione del percorso e confronto su ipotesi laboratoriali future (3 ore)

 

Verrà data descrizione della Campagna del Millennio nella sua genesi e nelle sue finalità, delineando aspetti critici e punti di forza di tale Campagna. Verranno sottolineate le implicazioni locali di tale Campagna in termini di consapevolezza e responsabilità sui temi dello sviluppo umano globale e sul ruolo attivo di giovani e adulti della società civile affinché gli Obiettivi vengano perseguiti.

 

WORLD SOCIAL AGENDA _PERCORSO PER GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE SECONDARIE di II GRADO NASCERE QUI E ALTROVE: SALUTE, DIRITTI E DIVERSITA’

 

Una parte dell’incontro sarà dedicata alla valutazione del percorso svolto e alla individuazione di temi e ipotesi laboratoriali che potranno essere sviluppate assieme all’insegnante nell’anno scolastico successivo.

 

 Il monologo teatrale “NATI IN CASA” di Giuliana Musso www.giulianamusso.it

 

Nell’autunno 2011, verrà proposto, con partecipazione gratuita per gli insegnati e per le classi coinvolte, lo spettacolo teatrale “Nati in casa”. E’ un monologo teatrale che racconta della nascita di un tempo, quella che avveniva in casa con la levatrice condotta, e della nascita di oggi che avviene negli ospedali. Offre uno spunto di riflessione sul contesto attuale dove l’alta medicalizzazione ha trasformato l’esperienza della natalità in una malattia piuttosto che in un evento naturale.

 

Metodologia:

 

Gli incontri sono tenuti da esperti nelle tematiche in oggetto. Ciascun incontro sarà organizzato con un prima parte frontale con la quale il relatore fornirà strumenti di pensiero e suggerimenti di metodo per l’approfondimento individuale. Verrà poi dedicato un adeguato spazio al confronto e alla discussione dei temi affrontati.

 

Articolazione della proposta:

 

Gli incontri si terranno presso il Centro per la formazione alla solidarietà internazionale Via Vicolo S.Marco, 1 a Trento

 

 

– Presentazione del percorso – La salute materno-infantile: con quale diritto? (3 ore)

 

Staff Fondazione Fontana Unicef Trento

 

martedì 15 marzo ore 14,30-17,30

 

– La salute materna nei sud del mondo (3 ore)

 

Aurora Paoli (ostetrica)

 

martedì 22 marzo ore 14,30-17,30

 

– La maternità vissuta in contesti e culture diverse. (3 ore)

 

Giulia Selmi (sociologa)

 

martedì 29 marzo ore 14,30-17,30

 

– La Campagna del Millennio e gli Obiettivi per il diritto alla salute – Valutazione del percorso e confronto su ipotesi laboratoriali future (3 ore)

 

Staff Fondazione Fontana

 

martedì 5 aprile ore 14,30-17,30

 

Monologo teatrale “Nati in casa”

 

autunno 2011 data da definire

 

WORLD SOCIAL AGENDA _PERCORSO PER GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE SECONDARIE di II GRADO NASCERE QUI E ALTROVE: SALUTE, DIRITTI E DIVERSITA’

 

Relatori:

 

Dott.ssa Giulia Selmi – ricercatrice presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento, attualmente collabora ad un progetto di ricerca su “Educare alla relazione di genere”, promosso da diversi enti tra cui l’Assessorato all’istruzione e sport della Provincia Autonoma di Trento. Svolge attività formativa nelle scuole sul temi delle pari opportunità e di genere.

 

Ost. Paoli Aurora – ostetrica presso la sala parto dell’Ospedale S. Chiara di Trento, membro del comitato scientifico dell’ANT. Ha collaborato a progetti sanitari in Vietnam nel 2001-2007-2009 e nel 2003,con l’Associazione il Tucul, in Eritrea.

 

Unicef Trento – Natalina Mosna responsabile formazione per Unicef Trentino Alto Adige.

 

• Staff della Fondazione Fontana onlus: dal 2008 si occupa di promuovere e diffondere i temi della Campagna del Millennio attraverso eventi, incontri e corsi di formazione per le scuole e la cittadinanza in Trentino Alto Adige e nel Veneto.

 

Per INFORMAZIONI e ADESIONI:

 

Federica Detassis – Fondazione Fontana onlus Via Herrsching, 24 Ravina – Trento – Tel 0461/390092 – Fax 0461/398753 e-mail: federica.detassis@fondazionefontana.org

 

La Fondazione Fontana onlus opera dal 1998 per realizzare progetti di pace, cooperazione e solidarietà internazionale, ed educazione alla mondialità. Sostiene e partecipa a reti e forme di coordinamento tra diversi soggetti che lavorano nel campo della promozione umana. I tre principali campi di attività sono la cooperazione internazionale, l’informazione / sensibilizzazione / formazione, e la micro finanza / microcredito / commercio equo e solidale.

 

Per quanto riguarda le attività di cooperazione internazionale, la Fondazione Fontana onlus sostiene programmi basati sulla comunità. Sul territorio nazionale la Fondazione Fontana onlus è attiva nel campo della sensibilizzazione, dell’informazione e della formazione alla mondialità, alla pace e ai diritti umani, con una modalità di intervento volta a valorizzare le risorse del territorio e a creare e promuovere reti e collaborazioni tra i diversi attori locali. Infine, la Fondazione Fontana onlus promuove il Commercio Equo e Solidale ed è socia di Banca Popolare Etica, del Consorzio Etimos e della cooperativa Mandacarù. Sito internet: http://www.fondazionefontana.org

 

World Social Agenda (WSA) è un’iniziativa, a cadenza annuale, su temi di carattere sociale ed internazionale. Promossa dalla Fondazione Fontana onlus è presente in Trentino e nel Veneto dal 1999 ed ha realizzato numerosi appuntamenti e percorsi di riflessione sui temi dello sviluppo umano, la pace, l’intercultura e la giustizia globale.

 

Gli obiettivi di World Social Agenda sono essenzialmente culturali e formativi: incoraggia l’avvicinamento e il coinvolgimento sulle tematiche dell’educazione alla mondialità, all’interculturalità, al rispetto dei diritti umani e alla pace. Sito internet: www.worldsocialagenda.org