Salviamo il Treno della Memoria in Piemonte

La regione Piemonte nega il finanziamento

A fine settembre la Regione Piemonte ha comunicato che, dopo sette anni, non avrebbe più contribuito al progetto Treno della Memoria, che in questi anni ha accompagnato più di 13.000 giovani a visitare Auschwitz-Birkenau in un percorso educativo tra Storia, Memoria e Impegno. Anche 1200 ragazzi trentini hanno vissuto questa esperienza, ed altri 450 giovani di tutta la provincia hanno iniziato il percorso che li condurrà quest’anno ad indagare gli anni cupi della seconda guerra mondiale. Oggi, a due mesi dalla partenza, ancora non si sa a quanto ammonterà il contributo economico della Regione Piemonte.

La regione Piemonte nega il finanziamento

A fine settembre la Regione Piemonte ha comunicato che, dopo sette anni, non avrebbe più contribuito al progetto Treno della Memoria, che in questi anni ha accompagnato più di 13.000 giovani a visitare Auschwitz-Birkenau in un percorso educativo tra Storia, Memoria e Impegno. Anche 1200 ragazzi trentini hanno vissuto questa esperienza, ed altri 450 giovani di tutta la provincia hanno iniziato il percorso che li condurrà quest’anno ad indagare gli anni cupi della seconda guerra mondiale. Oggi, a due mesi dalla partenza, ancora non si sa a quanto ammonterà il contributo economico della Regione Piemonte.

Oggi 1400 giovani piemontesi che hanno voglia di conoscere, di cercare nel passato “la forza di costruire un futuro migliore” forse non potranno salire sul Treno della Memoria.

Sulle felpe dei ragazzi del Treno della Memoria si legge: “difendiamo i nostri sogni realizzandoli”. Oggi il sogno dell’Associazione Terra del Fuoco, che da anni organizza il percorso, è far partire questi 1.400 ragazzi nonostante i tagli annunciati.

Dopo aver consegnato al Presidente della Regione Roberto Cota e al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano più di 10.000 firme raccolte in una settimana a sostegno del progetto, l’associazione ha lanciato anche una serie di attività che possano essere di sostegno economico al Treno.
Tre azioni possibili:

Effettua una donazione – È iniziata la sottoscrizione “Con questo biglietto fai partire il Treno della Memoria”, attraverso la quale è possibile fare una donazione tramite paypall o carta di credito direttamente dal sito www.trenodellamemoria.net .
Compra una felpa – Sono in vendita, presso la sede di Tessuto Sociale o presso la bottega Glocandia di Torino, le felpe del Treno della Memoria, da sempre simboli dell’unione che si crea tra i giovani che partecipano a quest’esperienza.
Cena da Eataly – il 5 dicembre presso Eataly si svolgerà una cena di autofinanziamento.
Credendo nel valore del percorso offerto dall’Associazione Terra del Fuoco diffondiamo queste possibilità di adesione e sostegno.