Il senso della vita: 20 anni del Tavolo locale delle appartenenze religiose

L’istituzione del Tavolo coincide con l’anniversario dell’Incontro di Assisi nell’ottobre del 1986, un appuntamento di grande valore simbolico per l’intera società civile e per le tante comunità appartenenti a diverse fedi religiose che in nome della pace e della fraterna convivenza si riunirono in Assisi, con momenti comuni ed altri dedicati alle singole fedi nelle diverse chiese e sedi della città.

Un momento di grande rinnovamento anche spirituale, nella consapevolezza che solo nella nostra capacità di riconoscere ad ogni persona il diritto di vivere pienamente i propri valori etici e spirituali, e di manifestarli nel pieno rispetto e nell’accoglienza degli stessi diritti da parte degli altri, è il primo fondamento di una società pacificata e pacifica, più giusta, accogliente e armoniosa.

Ogni essere umano cerca come può di realizzare il proprio potenziale fisico, intellettuale e spirituale. La religione che oggi permea la società con maggiore visibilità rispetto al passato, emerge come strumento di perfezionamento personale, di impegno sociale ma anche come elemento identitario, facendo emergere le fragilità di un sistema che talvolta non riesce a dare risposte adeguate… Una sfida ed una opportunità per allargare i nostri confini come cittadini della Terra ed espandere la nostra capacità di accogliere e collaborare, indipendentemente dalle – e grazie alle- nostre diversità.

Il programma dell’iniziativa

Giovedì 28 ottobre, dalle ore 17.00, presso la Sala Conferenze della Fondazione Caritro, in Via Calepina a Trento o in collegamento streaming: una conversazione tra i rappresentanti e le rappresentanti del Tavolo Locale, mons. Luigi Bressan e il pubblico attorno al Senso della vita.

19° Religion Today Festival

C’eravamo tanto amati. Religioni e relazioni di genere – 7-17 ottobre 2016

Un inizio settimana partecipato al Teatro San Marco in occasione del 19° Religion Today Filmfestival, per le proiezioni organizzate in collaborazione con il Cineforum Trento, Libera Trentino e Deina Trentino. Successo anche per i film iraniani. Domani pomeriggio in programma “Dalla parte di Eva” seminario a cura di FBK-Isr e la serata “Suffragette”, dedicata al binomio donne e politica, organizzata in collaborazione con l’assessorato alle pari opportunità e la Consigliera di parità della Provincia autonoma di Trento. Venerdì in sala il tema della violenza di genere.

Sala piena anche nei primi giorni della settimana, con un grande interesse dimostrato dal pubblico per le proiezioni organizzate con le associazioni Libera Trentino e Deina Trentino e successo per i film selezionati con il Cineforum Trento.

Dialogo tra religlioni

Il festival continua con due intense giornate ricche di eventi e contenuti. Giovedì 13 ottobre, alle 18 presso l’Aula Magna di Fondazione Bruno Kessler, in via S.Croce 77, “Dalla parte di Eva”, momento di discussione a cura dell’Istituto di scienze religiose FBK, su nuovi modelli e nuovi ruoli delle donne nelle religioni con Nibras Beigheiche (teologa musulmana), Selene Zorzi (teologa cattolica), Elena Viviani Sheisin (monaca buddista zen) e con il coordinamento di Anna Fedele.

Suffragette

Giovedì sera, alle 20.45 al Teatro San Marco, la serata “Suffragette”, organizzata in collaborazione con l’assessorato alle pari opportunità e con la Consigliera di parità della Provincia autonoma di Trento, una serata che sarà occasione per portare al centro dell’attenzione l’azione di donne che, nei diversi contesti culturali e religiosi, rivendicano nuovi spazi.

Ospite speciale della serata sarà Ruth Colian, protagonista del documentario MEASURES OF MERIT, che rappresenta per la sua comunità una vera rivoluzione: Ruth Colian è infatti la prima donna ebrea ultra-ortodossa ad aver tentato la corsa alle elezioni. Le donne ultra-ortodosse di Israele non hanno vita facile; nel loro mondo tutto è deciso dagli uomini. Oltre a prendersi cura dei figli e della casa, devono spesso sostenere economicamente i loro mariti, impegnati nello studio della Torah. Avere voce nella sfera pubblica e prendere parte alla vita politica sembra essere escluso. Ruth Colian però sembra non accettare tutto questo e, convita che le donne della sua comunità non siano rappresentate dai partiti Haredi che siedono in parlamento, ha fondato un nuovo soggetto politico proprio in difesa dei diritti delle donne ultra-ortodosse e si è candidata alla Knesset. Con lei sul palco anche Kate McElwee, della Women Ordination’s Conference che introdurrà il film RADICAL GRACE, avventura di tre suore ribelli che ingaggiano una battaglia per la parità di genere nella Chiesa Cattolica, trasformando così la politica americana – e la stessa chiesa. A introdurre la discussione sarà la giornalista Adele Gerardi.

Venerdì invece un pomeriggio che si concentra sulla violenza di genere con un altro film iraniano, LANTOURI, storia della terribile violenza subita da una giornalista, sfregiata con l’acido da un giovane criminale che non accetta il suo rifiuto. A introdurre il film, alle 17.15 sarà la direttrice del Centro Antiviolenza di Trento, Barbara Bastarelli.


Film di giovedì 13 ottobre

SIBERIA, di Naftali Alter, Israele 2015, short 13′;

GAS PIPE, di Hossein Darabi, Iran 2016, short 17′;

CHECKMATE, di Mahdi Ravash, Iran 2016, short 33′;

NU GUO. NEL NOME DELLA MADRE, di Francesca Rosati Freeman e Pio d'Emilia, Italia, Cina, Giappone 2014, doc 57′

LONGING, di Nadav Mishali, Israele 2014, short 20′;

MEASURES OF MERIT, di Roni Aboulafia, Israele 2016, doc 50′;

RADICAL GRACE, di Rebecca Parrish, USA 2014, doc 77′;

Film di venerdì 14 ottobre

HAND IN HAND, di Celina Schmidt, Germania 2015, short 3′;

SOER BENEDICTE, di Virginia Tangvald, Canada 2015, short 6′

A MIO AGIO NELL’NFINITO, di Giuseppe Calliari, Italia 2016, doc 14′

LAC NOIR, di Jean Baptiste Germain, Francia 2015, film 66′;

LANTOURI, di Reza Dormishain, Iran 2016, film 115′;

A SILENT NIGHT, di Yopi Kurniawan, Indonesia 2015, short 19′;

PRITJA-L’ATTESA, di Roland Sejko, Italia, Albania 2015, doc 60′;

URBI ET ORBI CUBA, di Andros Barroso, Cuba 2015, doc 46′;


La diciannovesima edizione del Festival: C’eravamo tanto amati, religioni e relazioni di genere

Il 19° Religion Today Filmfestival è in programma dal 7 al 17 ottobre 2016 a Trento e in altre località con proiezioni, seminari, eventi speciali e attività per le scuole.

I film in lingua straniera vengono proposti in versione originale con sottotitoli in italiano. L’ingresso è libero a tutti gli eventi.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti sul programma: http://www.religionfilm.com/it/program

8 ottobre: al via il 18° Religion Today FilmFestival!

Questioning God. Il dubbio e la fede nella ricchezza del cinema dal mondo: come si rinnova, in un presente travagliato, l’eterna ricerca di senso e risposte alle grandi domande dell’esistenza?”
Questo il tema per la 18° edizione del Religion Today FilmFestival in scena tra il 9 e il 19 ottobre a Trento e provincia e, successivamente, a Roma e Nomadelfia. Conferenza stampa di presentazione mercoledì 30 settembre ore 10.30 presso il Teatro Sociale di Trento. 

Contine reading