L’Italia sono anch’io

Raccolta firme presso la sede del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani

Il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani sostiene la campagna per i diritti di cittadinanza “L’Italia sono anch’io”, che chiede fra l’altro il riconoscimento della cittadinanza italiana per i bambini nati in Italia da genitori stranieri. La campagna mira direttamente ad una riforma della Legge del 5 febbraio 1992, n. 91, che, sintetizzando, limita l’attribuzione della cittadinanza italiana solamente a tre casi: nascita da genitori italiani, naturalizzazione (essere regolarmente e ininterrottamente residente in Italia da 10 anni) e matrimonio.

Raccolta firme presso la sede del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani

Il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani sostiene la campagna per i diritti di cittadinanza “L’Italia sono anch’io”, che chiede fra l’altro il riconoscimento della cittadinanza italiana per i bambini nati in Italia da genitori stranieri. La campagna mira direttamente ad una riforma della Legge del 5 febbraio 1992, n. 91, che, sintetizzando, limita l’attribuzione della cittadinanza italiana solamente a tre casi: nascita da genitori italiani, naturalizzazione (essere regolarmente e ininterrottamente residente in Italia da 10 anni) e matrimonio.

Tale normativa, risalente ormai a venti anni fa, stride oggi palesemente con la realtà del nostro Paese: stando ai dati diffusi dall’ISTAT al 1 gennaio 2010, i cittadini stranieri residenti nati in Italia sono ormai più di 572.000, circa il 13,5% del totale dei residenti stranieri. Molti di loro non hanno mai conosciuto il paese di origine dei genitori; hanno forme e stili di vita del tutto simili ai coetanei italiani e sono a tutti gli effetti parte integrante della nostra società.

A favore della riforma di legge insiste con convinzione da diversi giorni anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il quale ha definito “una follia, un’assurdità” non riconoscere la cittadinanza ad una fetta così importante e così costitutiva della nostra popolazione. Si parla in effetti di centinaia di migliaia di bambini nati in Italia da genitori stranieri che vivono tra noi, frequentano le nostre scuole e le nostre case insieme ai nostri figli e per i quali, sostiene Napolitano, la cittadinanza italiana dovrebbe essere un “diritto elementare”.

Perché deve essere negato loro il diritto di essere italiani?

A sostegno della campagna il Forum ha fatto propria la campagna “L’Italia sono anch’io” promossa dalle più importanti associazioni della società civile del nostro paese. Le firme saranno raccolte nella sede del Forum, in Galleria Garbari n.12, a partire dal 1 dicembre 2011 fino alla fine della campagna (febbraio 2012) con orario 9-12 / 14 – 16.30.

Per ulteriori informazioni sulla campagna “L’Italia sono anch’io” vai al link http://www.litaliasonoanchio.it