18:27:07 – Festeggiamenti per il Newroz

All’interno della rassegna “Il 2014 dell’Afghanistan

18:27:07 – Festeggiamenti
per il Newroz

Cafè de la Paix,
Passaggio teatro Osele 6/8, Trento
21 marzo 2014, ore 18.00

Celebrando il Capodanno Afghano/Persiano, per lasciare per una volta spazio alla cultura, all’arte e alla musica di un paese in guerra da troppo tempo. Festeggeremo proponendo una selezione di musiche, immagini e cibi dall’Afghanistan.

18:27:07 – Festeggiamenti per il Newroz

Cafè de la Paix
21 marzo 2014, ore 18.00

Celebrando il Capodanno Afghano/Persiano, per lasciare per una volta spazio alla cultura, all’arte e alla musica di un paese in guerra da troppo tempo. Festeggeremo proponendo una selezione di musiche, immagini e cibi  dall’Afghanistan.

Festeggiamenti del Capodanno afghano/persiano

Festa
Venerdì 21 marzo 2014, dalle ore 18.00 – Cafè de la Paix, Pass. Teatro Osele (Trento)
Organizza: Forum trentino pace e diritti umani

Festa
Venerdì 21 marzo 2014, dalle ore 18.00 – Cafè de la Paix, Pass. Teatro Osele (Trento)
Organizza: Forum trentino pace e diritti umani

Afghanistan 2014 –  18:27:07, Afghanistan 2014 è un progetto promosso dal Forum trentino per la Pace e i diritti umani, il Centro di Formazione alla Solidarietà Internazionale, Unimondo, 46°Parallelo e Caffè della Paix che intende focalizzare l’attenzione sull’Afghanistan durante un anno cruciale per il proprio futuro.
Il cantiere vuole essere una sorta di catalizzatore di approfondimenti legati al paese durante l’anno che abbiamo di fronte, senza però dimenticare di alzare lo sguardo oltre la cronaca. Con questa serie di incontri vorremmo affrontare la stretta attualità della politica afghana (l’uscita delle truppe internazionali e il difficile percorso di pacificazione in corso) ma permettere anche una migliore conoscenza dei lati meno visibili di un paese che ci appare distante, anche se non lo è davvero.
In questa occasione festeggiamenti del Capodanno Afghano/Persiano, per lasciare per una volta spazio alla cultura, all’arte e alla musica di un paese in guerra da troppo tempo. Festeggeremo proponendo una selezione di musiche, immagini e cibi dall’Afghanistan.

Informazioni: cell. 347/3242667

Laboratorio di assemblaggio rottame

Laboratorio artistico
Sabato 8 marzo 2014, dalle ore 10.00 alle 13.00 – Ecosportello, via Torre Verde 34, Trento
Organizza: Ecosportello

Laboratorio artistico
Sabato 8 marzo 2014, dalle ore 10.00 alle 13.00 – Ecosportello, via Torre Verde 34, Trento
Organizza: Ecosportello

All’Ecosportello l’artista del riuso Marco Merulla dimostrerà nella pratica come assemblare piccole parti metalliche facilmente recuperabili nelle nostre case, per creare oggetti nuovi e personalizzati.
I partecipanti saranno coinvolti direttamente nella creazione.

In collaborazione con Cooperativa QUATER. Informazioni e iscrizioni: 0461499685,info@ecosportello.tn.it

M’illumino di meno

14 febbraio 2014
LA GIORNATA DI RISPARMIO ENERGETICO 10°edizione
Spegni lo spreco, accendi la cultura!

La campagna radiofonica sul risparmio energetico, lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Radio2 è arrivata quest’anno alla sua decima edizione. Anche in Trentino sono sempre più numerose le adesioni di istituzioni ed enti pubblici e privati. Numerosi eventi incontri e conferenze sul tema, mirano a diffondre una cultura di sostenibilità  su tutto il territorio provinciale.


14 febbraio 2014
LA GIORNATA DI RISPARMIO ENERGETICO 10°edizione
Spegni lo spreco, accendi la cultura!

TRENTO. Dal Palazzo di piazza Dante agli enti funzionali della Provincia, ecco le adesioni di quest’anno alla Giornata del Risparmio Energetico “M’illumino di meno”, la campagna radiofonica sul risparmio energetico, lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Radio2, che quest’anno si terrà venerdì 14 febbraio. “Negli ultimi anni la sensibilità delle istituzioni, delle scuole, delle associazioni, delle aziende e dei privati cittadini verso la green and white economy, l’efficienza e il risparmio energetico, è notevolmente aumentata – evidenzia Mauro Gilmozzi, assessore alle infrastrutture e all’ambiente della Provincia autonoma di Trento –. Basti pensare a ‘M’Illumino di Meno’, giornata organizzata dalla trasmissione Caterpillar, che è arrivata alla sua decima edizione e che anche in Trentino vede una sempre più massiccia adesione con eventi, incontri, conferenze a tema e manifestazioni volte a diffondere una cultura basata sulla sostenibilità e su cui l’amministrazione sta investendo da tempo”. Sono numerosi i soggetti che propongono iniziative per l’edizione 2014: l’Agenzie provinciale per la protezione dell’ambiente, l’Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia, il Castello del Buonconsiglio, il MUSE, l’Opera universitaria, la Fondazione Museo storico del Trentino, la Fondazione Edmund Mach, l’Ecosportello di Trento e molti altri; e il 14 febbraio il palazzo provinciale di piazza Dante fra le 18 e le 19.30 abbasserà le sue luci.

Più di venti attività proposte sul territorio trentino, decine di appuntamenti gratuiti dedicati a tutta la popolazione; tanti target diversi con un unico importante scopo: sensibilizzare sull’importante sulla rilevante tematica del risparmio energetico. Gli educatori ambientale della Rete trentina di educazione ambientale dell’APPA, anche quest’anno hanno organizzato attività che possano coinvolgere tutti, grandi e bambini: serate di approfondimento con accorgimenti da adottare in casa per il risparmio energetico, momenti formativi nelle scuole, fiaccolate per sensibilizzare alla tematica, laboratori artistici per la realizzazione di lanterne artigianali, fino ad arrivare a momenti di approfondimento sulle tecnologie più recenti, come nell’evento che prevedrà la presentazione di un sistema di telecontrollo e monitoraggio del sistema di dell’illuminazione pubblica attraverso l’adozione di sistemi pervasivi ed intelligenti in chiave Smart City. Al giorno d’oggi infatti, non si può prescindere dal conoscere tutte quelle moderne tecnologie che ci vengono in aiuto per produrre, elementi illuminanti ed accessori sempre più all’avanguardia che consentono soluzioni sempre più efficienti nel contenimento dei consumi energetici e dunque sempre più rilevanti ai fini della salvaguardia ambientale.

Anche quest’anno, viene poi proposto sul sito di APPA, un pratico decalogo assieme all’APRIE – Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia, volto a sensibilizzare i cittadini su alcune azioni virtuose da seguire a casa e fuori casa per contribuire al risparmio energetico.

Tutte le attività sono consultabili nella pagina web di APPA dedicata all’educazione ambientale: http://www.appa.provincia.tn.it/educazioneambientale/

Anche quest’anno l’Opera Universitaria, il Castello del Buonconsiglio, il MUSE, il Conservatorio F. A Bonporti, in collaborazione con il Funambolo e SMA ristorazione, aderiscono venerdì 14 febbraio all’iniziativa “M’illumino di meno”, giornata internazionale del risparmio energetico, proponendo un ricco programma all’insegna del buon cibo, della musica e dell’arte. In occasione del decimo anniversario dell’iniziativa, lanciata da Caterpillar-RAIRadio2, la proposta prevede una cena a lume di candela presso le mense universitarie e una suggestiva visita alle esposizioni del MUSE con intrattenimento musicale del quartetto di saxsofoni degli allievi del Conservatorio: Mattia Grott (sax soprano/contralto), Martina D’Amico (sax contralto), Mattia Giacomozzi (sax tenore) e Filippo Corbolini (sax baritono) con musiche di M. Grott, M. Giacomozzi, A. Ghidoni, V. Williams, A. Dvorak, P. Iturrald e musica tradizionale Klezmer. In alternativa si potrà scegliere un affascinante percorso verso Paesaggi lontani e meravigliosi. L’antica Russia nelle stampe tesine del Pushkin di Mosca al Castello del Buonconsiglio, guidati da Guido Laino e Nicola Sordo dell’Associazione “Il Funambolo”, con momenti musicali offerti dagli studenti del Conservatorio di Trento: Roberta Mascia (arpa), Elena Alamo Fernandez, Manuel Cardona e Patrizia Vaccari (violini) con musiche di Handel, Smetana, Bach e Paganini.

E’ necessario portare una torcia elettrica e calzare scarpe comode.

Info. tel. 0461.217411 – portineria sede@operauni.tn.it

Prenotazione e pagamento, fino a esaurimento posti, presso l’Opera Universitaria, via S. Margherita 13, fino al 13 febbraio dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 15.45 (il 14 febbraio dalle 8 alle 12)

Tariffe: € 15 intero, € 7 con Carta dello Studente. Sono previste tariffe agevolate per famiglie.

Aderendo al pacchetto extra large (70 posti) la serata inizia alle 18.30 con visita alle esposizioni del MUSE; prosegue alle 20 con cena a lume di candela nella mensa universitaria T. Gar; per finire alle 21 con la visita animata alla mostra Paesaggi lontani e meravigliosi. L’antica Russia nelle stampe tesine del Museo Pushkin di Mosca al Castello del Buonconsiglio.

Tariffe: € 19 intero, € 9 con Carta dello Studente.

Fondazione Museo storico del Trentino

La Fondazione Museo storico del Trentino quest’anno aderisce per la prima volta a “M’illumino di meno”, la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, Rai Radio2 e giunta alla decima edizione. Per l’occasione verrà spenta l’illuminazione della “torre” all’entrata della mostra “Terre coltivate”.

Ecco le azioni previste per la giornata del 14 febbraio 2014:

1. L’illuminazione della torre che segnala la mostra “Terre coltivate. Storia dei paesaggi agrari del Trentino” posta all’esterno de Le Gallerie a Piedicastello verrà sospesa per tutta la giornata. Questa iniziativa vuole anche rispondere all’invito rivolto ai musei per il decennale di “M’illumino di meno”: Caterpillar chiede di mostrare il proprio amore per il pianeta spegnendo brevemente le luci su una propria opera.

2. Il personale della Fondazione Museo storico del Trentino si impegna ad adottare, nella giornata del 14 febbraio 2014 (e possibilmente anche dopo), una serie di buone pratiche fra cui: venire a lavorare a piedi, in bicicletta o utilizzando mezzi pubblici; spegnere le luci quando non servono; spegnere i computer quando non si usano; verificare che stampanti, fax e altre attrezzature elettroniche siano spente a fine giornata; stampare solo se necessario, usando possibilmente la modalità fronte/retro e carta riciclata; tenere il riscaldamento un po’ più basso rispetto a quanto si è abituati; pensare a nuove azioni di risparmio energetico e annotarle per il prossimo anno.

Per info: tel. 0461-230482, www.museostorico.it – info@museostorico.it

Ecosportello di Trento

Ecosportello di Trento e Cooperativa Quater propongono una serata per celebrare “M’illumino di meno”. L’appuntamento è venerdì 14 febbraio con inizio alle ore 18 presso l’Ecosportello, a Trento, in Via Torre Verde 34.

“Innamorati del risparmio energetico” è un momento importante e anche divertente per parlare di un tema attualissimo e che ci riguarda ogni giorno di più. Musica, cultura, arte e un gioco coinvolgente – in collaborazione con APRIE – Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia -, nonché un aperitivo offerto dalla Cooperativa QUATER con prodotti che valorizzano la territorialità e la sostenibilità ambientale, in un’ottica di qualità, filiera corta, uso sostenibile delle risorse. La serata vedrà anche l’esibizione degli attori del gruppo Rifclan e del duo “Les Jeux sont Funk”, composto da Carlo Nardi e Michele Bazzanella. L’ingresso è libero.

Per info: www.ecosportello.tn.it

Fondazione Edmund Mach

Anche la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige aderisce all’iniziativa “M’illumino di Meno”. A partire dalle ore 17 del 14 febbraio e per tutta la notte saranno spente le luci delle facciate di alcune strutture, tra cui l’ex monastero agostiniano, la sede del Centro Trasferimento Tecnologico e il Palazzo della Ricerca e della Conoscenza.

Vicino, per missione, alle tematiche ambientali, la Fondazione Mach sta adottando sempre più tecnologie e sistemi efficienti per il risparmio energetico, a cominciare dall’installazione di pannelli fotovoltaici che producono energia sostenibile e dalla progressiva diffusione di lampade e apparecchi a LED.

Proposto da Trentino il Corriere delle Alpi

 

Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare

A Roma successo di adesioni per gli Stati Generali contro lo spreco alimentare

Per la prima volta l’Italia affronta in modo organico il problema degli sprechi alimentari. Fao, Confagricoltura, Confcommercio, Last minute market, Banco Alimentare, Slow Food, Acli, Caritas, Federconsumatori, Coldiretti, Expo e poi le aziende italiane coinvolte nel tema, da Alcenero a Barilla, da Granarolo a Whirlpool, da Coop a Conad, sono solo alcuni delle oltre cento adesioni agli Stati Generali di prevenzione dello spreco alimentare in Italia, convocati su iniziativa del Ministero dell’Ambiente mercoledì 5 febbraio a Roma al Tempio di Adriano. 

Link correlati:
La campagna “Un anno contro lo spreco” L’agenda del 5 febbraio – Piano Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (PINPAS)LastMinute Market 

A Roma successo di adesioni per gli Stati Generali contro lo spreco alimentare

Per la prima volta l’Italia affronta in modo organico il problema degli sprechi alimentari. Fao, Confagricoltura, Confcommercio, Last minute market, Banco Alimentare, Slow Food, Acli, Caritas, Federconsumatori, Coldiretti, Expo e poi le aziende italiane coinvolte nel tema, da Alcenero a Barilla, da Granarolo a Whirlpool, da Coop a Conad, sono solo alcuni delle oltre cento adesioni agli Stati Generali di prevenzione dello spreco alimentare in Italia, convocati su iniziativa del Ministero dell’Ambiente mercoledì 5 febbraio a Roma al Tempio di Adriano, in una Giornata organizzata con Last Minute Market.

Enti, associazioni, organizzazioni e imprese: sono pressoché al completo gli attori della filiera agroalimentare italiana e le organizzazioni attive nella lotta agli sprechi che interverranno per esprimere proposte, indicazioni e buone pratiche propedeutiche all’elaborazione del Pinpas, il Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare di cui si doterà l’Italia nella prossima primavera, in sintonia con quanto indicato dalla Commissione Europea nella tabella di marcia verso un’Europa efficiente nell’impiego delle risorse.

I lavori, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e del Sottosegretario alle Politiche Agricole e delegato all’Expo Maurizio Martina, saranno introdotti e coordinati dal presidente di Last Minute Market Andrea Segrè.

Interverranno per il Gruppo di lavoro del Pinpas lo scienziato Vincenzo Balzani, lo scrittore e attore Giobbe Covatta. Il Pinpas, Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, è stato inserito nell’ambito del Piano Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti. Il Pinpas ambisce a produrre soluzioni concrete ed efficaci in termini di riduzione alla fonte della quantità di cibo che finisce tra i “rifiuti”  sul  breve, medio e lungo periodo.

Link correlati:
La campagna “Un anno contro lo spreco” L’agenda del 5 febbraio – Piano Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (PINPAS)LastMinute Market 

Intrecci di tessuto

Incontro pubblico
Giovedì 5 dicembre 2013, ore 14.30 – Istituto Centromodacanossa, via Grazioli 2 (Trento)
Organizza: Centro per la Formazione alla Solidarietà InternazionaleFondazione Canossiana

Incontro pubblico
Giovedì 5 dicembre 2013, ore 14.30 – Istituto Centromodacanossa, via Grazioli 2 (Trento)
Organizza: Centro per la Formazione alla Solidarietà InternazionaleFondazione Canossiana

Un incontro sulla moda etica, un percorso tra stoffe e creazioni fashion accompagnato dalla voce di Jacqueline Shaw, fashion designer, e di Marina Spadafora, stilista green: un viaggio tra Africa e Italia per apprendere modalità sostenibili di fare impresa nel campo della moda.

Da dove vengono gli abiti che indossiamo? Dove sono state disegnate le linee che accarezzano il nostro corpo? Spesso i nostri armadi ospitano capi prodotti per aziende europee in paesi dove i diritti dei lavoratori non vengono rispettati, ma ce ne ricordiamo solo quando ci colpisce la notizia di una qualche tragedia avvenuta in un paese che percepiamo come lontano e verso cui ci sentiamo impotenti.

Una possibile risposta a questo importante problema è quella di porre attenzione al luogo dove è stato confezionato il capo di abbigliamento che decidiamo di acquistare, ma anche conoscere chi lo ha disegnato e prodotto. Sul mercato si stanno infatti imponendo un numero sempre maggiore di stilisti e di aziende che promuovono un abbigliamento “etico”, realizzato nella tutela dei diritti e con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale dell’intera filiera di produzione.

L’incontro con Jacqueline Shaw e Marina Spadafora vuole essere un momento aperto alla cittadinanza in cui le due stiliste si raccontano e fanno conoscere ed esplorare il nuovo trend della promozione allo sviluppo, in una nuova ottica del sostegno ai paesi in via di sviluppo e al mercato della moda sempre più digitalizzato. 

Il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale e la Fondazione Canossiana, valorizzando il percorso “Urban African Tribes / Trento-Lomè” costruito quest’anno dal Centro di Formazione Professionale “Centromoda Canossa” e dall’Istituto Pavoniano Artigianelli per le Arti Grafiche, organizzano un momento di confronto aperto a tutti con Jacqueline Shaw, fashion designer, eco-imprenditrice e autrice del libro “Fashion Africa” e con Marina Spadafora eclettica stilista green, che ha fatto della sostenibilità, sociale ed ambientale, uno dei principi fondanti sia della sua vita che del suo lavoro: un incontro, che avrà luogo il 5 dicembre alle ore 14.30 presso la sede dell’istituto Centromoda Canossa (via Grazioli, 2 – Trento), per conoscere l’esperienza della moda etica, il mercato, le opportunità di sviluppo e le modalità di nascita di micro-imprese che possono stimolare anche l’economia italiana. Si potranno inoltre visionare modelli, tessuti, stoffe, e ci si potrà immergere nel valore della contaminazione tra stili, colori e linee che vestono il nostro corpo.

L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Per approfondire dettagli e contenuti dell’iniziativa è possibile consultare il sito: www.tcic.eu, telefonare al numero 0461.093033 o scrivere a martina.camatta@tcic.eu.

 

Real ReuseRoyalRumble

Incontro
Venerdì 22 novembre 2013,  dalle 18 alle 21 – Ecosportello, via Torre Verde 34, Trento
Organizza: Quater per Ecosportello con Impact Hub

Incontro
Venerdì 22 novembre 2013,  dalle 18 alle 21 – Ecosportello, via Torre Verde 34, Trento
Organizza: Quater per Ecosportello con Impact Hub

 Una competition del riuso per designer e creativi!

Un progetto di Quater per Ecosportello in collaborazione con ImpactHub Rovereto

 Cooperativa Quater, nuovo coordinatore di Ecosportello, in collaborazione con Impact Hub Rovereto presenta la competition “Real ReuseRoyalRumble”, una vera e propria sfida “live” per designer, artisti e creativi sul tema del riuso e del riciclo creativo.  Protagonista della serata sarà il tappo di sughero, oggetto che potrà essere rivisitato in tutte le sue forme e declinazioni da quattro creativi, i quali si sfideranno nella creazione e nella realizzazione di un manufatto.
Un tempo limitato, tappi di sughero e attrezzi  a disposizione dei partecipanti.
Il tema da sviluppare sarà legato ai quattro elementi: Terra, Acqua, Fuoco, Aria. Il ring sarà proprio l’Ecosportello di Trento, il piccolo grande tempio della sostenibilità ambientale di Via Torre Verde: dal risparmio energetico alla mobilità sostenibile, dalla raccolta differenziata alla filiera corta, dall’agricoltura biologica al turismo responsabile, l’Ecosportello è una guida all’uso critico per tutti i consumatori etici e il luogo in cui trovare risposte sulle tematiche della sostenibilità ambientale e per essere informati sulle iniziative e le politiche attivate in questo campo dalla Provincia Autonoma di Trento.

 La sfida “live” avrà la sua colonna sonora (dal vivo BazzaNardiDJ),! Sarà la giuria di esperti che valuterà le opere realizzate, ma il pubblico avrà facoltà di voto per acclamazione. L’opera maggiormente votata sarà esposta nei giorni successivi presso Ecosportello e altri spazi pubblici e privati, e pubblicizzata attraverso i canali di promozione degli enti organizzatori. L’evento sarà inoltre documentato via foto e video.

Info:Dott. Riccardo Acerbi – coordinatore ECO SPORTELLO cell. 347 0398927 – tel. ufficio 0461-499685 apertura ECO SPORTELLO: LUN/MART/MERC/VEN 9 – 13/16 – 19 GIOV 9 – 16 – SAB. 9 – 14

 

Cartoline di viaggio…

Cartoline di viaggo…“per essere Presenti al proprio tempo…”

Un incrocio di sguardi sui temi del viaggio, della scuola e dell’intercultura. Questo vuole essere la cartolina organizzata da Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, Liceo Scientifico L.Da Vinci e Centro Astalli all’interno della settimana di iniziative proposte dall’Associazione Il Gioco degli Specchi. Il viaggio, come esperienza di conoscenza e incontro. La scuola, come luogo formativo da difendere e aiutare. L’intercultura, come necessaria prospettiva per un nuovo concetto di cittadinanza. Due giorni di immagini e parole che attraverseranno l’intera città di Trento.
L’evento è promosso da Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, in collaborazione con Liceo Scientifico L.Da Vinci, Centro Astalli Trento e Associazione Il Gioco degli Specchi

_____________________________________________________________________________

*Martedì 12 novembre 2013
ore 21.00 – Cinema Astra, Corso Buonarroti (Trento)

“La prima neve sostiene La prima scuola”
Proiezione del film “La prima neve” di Andrea Segre. 

Saranno presenti il regista Andrea Segre, il protagonista Matteo Marchel e il gruppo autore della colonna sonora del film, La Piccola Bottega Baltazar.

Il costo del biglietto sarà di 4 Euro, tutto ciò che si raccoglierà in più sarà destinato al progetto “La prima scuola”. E’ consigliata la prenotazione, posti limitati.

 

“La prima scuola” è un progetto di impegno civile pensato per contribuire all’importanza della scuola primaria italiana in un’epoca di tagli e disuguaglianze. La scuola elementare è la prima vera esperienza di formazione extra-familiare di un bambino e costituisce il nucleo fondante del sistema educativo italiano.
Fino a meno di dieci anni fa era considerata il fiore all’occhiello dell’offerta scolastica italiana; poi sono iniziati tagli, riforme, riduzioni e la qualità dell’offerta educativa è scesa, contribuendo ad accrescer le differenze tra zone agiate e non.
Il progetto si propone di raccogliere risorse e impegnare energie per la scuola perseguendo due macro obiettivi.
– contribuire al dibattito sulla crisi del sistema d’istruzione pubblico relativa alle scuole elementari;
– finanziare progetti artistici nelle scuole primarie di periferia con un’apposita raccolta fondi.

In questa prima fase stiamo raccogliendo fondi con eventi organizzati in tutta in Italia. Anche a Trento!

Qui la presentazione del progetto “La prima scuola. Il cinema per la scuola elementare pubblica.”.

Qui il sito della Piccola Bottega Baltazar.
_______________________________________________________________________________

*Mercoledì 13 novembre 2013

“Presenti in mezz’ora…”
Il volume “Presenti” – progetto editoriale del Liceo Da Vinci, alla sua seconda edizione –  va in città e viene raccontato dai protagonisti intervistati dagli studenti. Tre appuntamenti in tre luoghi importanti della città: Barycentro, Bookique e Cafè de la Paix. Tre storie di viaggio, tre racconti di vita.

 

«Presenti» è un laboratorio di giornalismo sociale portato avanti in orario extra-scolastico da un gruppo di studenti provenienti da varie classi del nostro Istituto, aiutati e supportati da alcuni docenti. Si tratta di un progetto che, pur nei suoi limiti, ha cercato di mostrare una delle doti migliori che la scuola possiede: il coraggio di puntare sui ragazzi, facendo emergere le loro diverse capacità e allenando la loro parte migliore, chiamandoli a confrontarsi con tematiche importanti, impegnative e che possono anche, in alcuni casi, turbare.

In un contesto come quello attuale che potremmo definire di “ipermercato educativo”, dove numerose sono le iniziative proposte alla scuola finalizzate alla sensibilizzazione di diversificati e importanti tematiche come l’educazione alla pace, alla legalità, alla salute, all’intercultura o al giornalismo stesso, riteniamo che un progetto come «Presenti» mostri una propria specificità nell’aver saputo evitare di fermarsi ad una sola di queste voci, ma affrontando queste tematiche nel loro naturale intrecciarsi. Mantenendo sempre saldo il fine ultimo della scuola, che risiede nello stimolare lʼacquisizione di un pensiero critico, nel promuovere lʼautonomia degli studenti, aiutandoli a rendersi indipendenti e capaci di costruire un proprio percorso di apprendimento personalizzato e rispondente alle proprie capacità, talenti e aspirazioni.

ore 17.30 – presso Barycentro
con Fabio Pasinetti, atleta non vedente

ore 18.30 – presso Bookique
con Padre Mario Benedetti, missionario comboniano

ore 19.30 – presso Cafè de la Paix
con Giovanni Porzio, reporter di guerra