Viaggi dialogici tra Italia e Romania

MARTEDì 17 APRILE 2012, ORE 20.00 – Barycentro, Piazza Venezia, Trento

Organizza:

Viaggiare i Balcani

Martedì 17 aprile alle ore 20.00 presso il Barycentro di Piazza Venezia a Trento l’Associazione Turisti Non A Casocon il sostegno di Viaggiare i Balcani presenta il libro “VIAGGI DIALOGICI TRA ITALIA E ROMANIA”, con gli interventi di Joy Betti e Mihai Mircea Butcovan, moderati dal professore Luca Medeot. L’incontro è accompagnato dalla proiezione del VIDEO-DOCUMENTARIO del viaggio dei Turisti Non A Caso e dall’esposizione della mostra fotografica “Diari dalla Romania”.

Il testo edito da CLUEB e a cura di Joy Betti “Viaggi Dialogici tra Italia e Romania” riassume l’intero progetto rumeno di Turisti Non A Caso: due anni di viaggi, restituzioni, questionari ed inchieste espresso attraverso i diari emozionali e le fotografie dei partecipanti ai viaggi, i saggi di Mihai Buctovan, Gabriela Pentelescu, Chiara Cipollari, Joy Betti e Cristina Bezzi, i racconti onirici di viaggio di Federico Zannoni ed la prefazione del turista per Caso Patrizio Roversi e post-fazione del docente universitario in antropologia culturale Antonio Genovese.

Una Romania a 360° gradi vissuta attraverso gli occhi di emozionati partecipanti in viaggi e i saggi di giornalisti, docenti universitari, ricercatori e scrittori che sull’argomento conoscono e scrivono ormai da anni. Un viaggio “Dialogico” che per oltre un anno si è snodato attraverso le domande dei questionari sulle culture proposti, delle risposte a volte contrastanti raccolte, delle ricerche sul campo e sui testi svolte, delle incomprensioni intrinseche al concetto di pregiudizio e alla riscoperta finale che tutto il mondo è paese. Un viaggio “Non a caso” pedagogico ed esperienziale che dalle ceneri delle divisioni mentali preconcette ha saputo far rinascere la fenice della comprensione universale e della fratellanza.

Viaggi Dialogici rappresenta la firma finale di Turisti Non a Caso sulla Romania, come primo progetto portato a termine con successo e la positiva speranza di poter continuare a lavorare e costruire su luoghi comuni e distorsione di vedute.

Informazioni: 0461223224, info@viaggiareibalcani.it