Punire non serve a nulla. La parola a Daniele Novara

Il Centro Informazione Maternità e Nascita Il Melograno di Trento in partnership con il Forum  organizza, in presenza dell'autore, giovedì 9 febbraio alle ore 20.30 la presentazione del libro Punire non serve a nulla del pedagogista Daniele Novara presso il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale

"Punire non ha nulla a che vedere con l'educazione. Le punizioni sono elementi estranei ai processi educativi e non hanno nessuna chance di favorire davvero la crescita dei nostri figli" Daniele Novara

Educare bene senza punire è possibile, questo libro lo spiega con chiarezza. L’esperienza, le ricerche, gli interventi e le interviste a mamme, papà e figli portano a un’analisi delle abitudini educative di ieri e di oggi, mettendo anche in risalto quanto le punizioni generino sensi di colpa e frustrazione perfino negli stessi adulti. È possibile farne a meno? La risposta è sì: è possibile crescere i propri figli affidandosi a un metodo educativo nuovo e si può fare a meno di attacchi e sgridate, di quel “…quando ci vuole ci vuole!” che le accompagna e di cui poi tante volte ci si pente. E soprattutto si possono relegare punizioni mortificanti, fisiche e dolorose all’archeologia della storia pedagogica.

 Per info sui costi e sulle modalità di iscrizione
Il Melograno Centro Informazione Maternità e Nascita, associazione Nazionale senza scopo di lucro, nasce a Verona nel 1981 come prima associazione di mamme per le mamme con lo scopo di promuovere una nuova cultura della maternità e paternità, della nascita e della prima infanzia. A Trento “Il Melograno” è presente dal 2008.
melograno.trento@gmail.com - telefono: 3404861156

Quale pace? Giuliano Pontara a Trento

Venerdì 17 febbraio presso il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale alle 18, il Forumpace Trentino ha il piacere di dialogare con l'autore del libro "Quale pace? Sei saggi su pace e guerra, violenza e non violenza, giustizia economica e benessere sociale".
Giuliano Pontara, nato a Cles, è filosofo della politica e uno dei massimi studiosi della nonviolenza a livello internazionale. Ha insegnato Filosofia pratica all'Università di Stoccolma; fra gli anni Ottanta e Novanta è stato professore a contratto in varie università italiane tra cui Torino, Siena, Cagliari, Padova, Bologna, Imperia, Trento. Dal 1993 al 2004 è stato presidente del comitato scientifico e direttore della International University of Peoples' Institutions for Peace- IUPIP di Rovereto. Ha pubblicato libri e saggi su etica pratica e teorica e filosofia politica. A partire da febbraio, sta presentando il suo ultimo lavoro in diverse città italiane.
Sulla pagina facebook del Forum i dettagli dell'evento.

Quanto ne sai sul nucleare?

La sezione di Trento di USPID- Unione Scienziati Per il Disarmo in collaborazione con il Forum sta cercando di verificare il livello di conoscenza e di sensibilità verso le due facce del nucleare, quella civile e quella militare.

In particolare, quello che si cerca di capire è come mai sia stata data tanta attenzione al tema delle centrali nucleari, mentre la presenza di armamenti atomici sul suolo italiano sia sempre stata una questione quasi marginale.

Il vostro aiuto nella compilazione del questionario permetterà la pubblicazione di alcuni articoli nonché considerazioni sul tema del nucleare e di conseguenza del disarmo.

Ringraziamo in anticipo tutti quelli che vorranno partecipare e aiutarci.

 

Incontro con l’autrice de “Il genere di Dio. La Chiesa e la teologia alla prova del gender”

La teologa romana Selene Zorzi sarà a Trento e a Levico Terme per la presentazione del suo saggio

Arcigay del Trentino e La Piccola Libreria di Levico Terme hanno organizzato l'incontro con Selene Zorzi per mercoledì 3 febbraio alle 17.30 presso Sala dell'Aurora di Palazzo Trentini (via Manci, 24- Trento). A seguire poi, alle 20.30, l'incontro si ripeterà a Levico in sala consiliare.

Dialogando con don Marcello Farina, risponderà a chi in questi giorni protesta contro una fantomatica "ideologia gender" spiegando perchè ció non faccia bene alla Chiesa e invitando a smettere di costruire prigioni per paura dei propri limiti, nel nome di Dio.

Cosa si cela dietro le dichiarazioni di Papa Francesco che parla del "gender" come di una "colonizzazione ideologica" o del cardinale Bagnasco che ci vede "l'edificazione del transumano"? Perché la Chiesa ancora oggi relega le donne ad un ruolo di subalternità? Di fronte al risveglio degli studi di genere, é ancora sostenibile che Dio sia solo padre?

A queste e altre domande risponderà la teologa Zorzi.

Aspettando l'incontro, riproponiamo l'intervista alla teologa uscita sul Quotidiano L'Adige, a cura di Alberto Piccioni.

(Quotidiano L'Adige del 1° febbraio 2017, pg.7)

I giovani talenti trentini. Conferenza “Cibo, territori e identità”

Conferenza di presentazione dei lavori di ricerca degli studenti partecipanti al Seminario di Credito “Cibo, appartenenze, memoria: quando il sapore diventa sapere” organizzato per l’anno accademico 2015/2016 presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale - Università degli Studi di Trento e tenuto dalla antropologa culturale Marta Villa.
L'appuntamento è per giovedì 26 gennaio 2017 alle ore 17.00 presso la Sala della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, via Calepina 1 a Trento
locandina iniziativa unesco 26 gennaio
 L’incontro vuole costituire un’occasione per promuove i giovani talenti trentini e per divulgare ricerche interessanti scaturite da lavori seminariali, tesi di laurea triennali e magistrali di giovani e giovanissimi in diversi ambiti disciplinari. La testimonianza che questi giovani rappresentano attraverso i loro successi è esemplare: l’impegno e la passione permettono sempre di ottenere risultati eccellenti.
Il  Club per l’UNESCO di Trento in collaborazione con Il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento e l’Unità di Ricerca VADem - Valori Appartenenza Democrazia del medesimo Dipartimento prosegue nella valorizzazione dei giovani con questo evento culturale aperto alla cittadinanza.
L’evento del 2017 vede la gentile partecipazione del prof. Mario Diani, Direttore del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento che porterà i saluti dell’istituzione e del prof. Gaspare Nevola, Direttore dell’Unità di Ricerca VAdem del medesimo dipartimento, che terrà un intervento introduttivo generale riguardo le tematiche che poi saranno dettagliate dalle ricerche dei giovani. Si parlerà con Nevola infatti di territorio, memoria e senso di appartenenza, oggetti di studio chiave della stessa unità di ricerca.
La parola poi passerà a Cecilia De Dorigo  che presenterà “Le Fiorostide da Sansoni”, poi a Debora Saviana che svelerà al pubblico le caratteristiche de “Il Fricoe infine a Giuseppe Federico Giacchi, Elisa Pedrazza, Manuela Anna Pfattner che hanno analizzato in dettaglio uno dei simboli più significativi della nostra Regione, “Lo Strudel: origini e tipologie”.
La conferenza sarà presentata da Marta Villa, antropologa e Presidente Club per l’UNESCO di Trento
L’evento vuole fornire al pubblico delle chiavi di lettura del fenomeno cibo in relazione al territorio e alle dinamiche identitarie che lo sottendono: si parlerà infatti di Trentino, Alto Adige - Südtirol, ma anche di Friuli Venezia Giulia e di Veneto. Le ricerche degli studenti hanno permesso di conoscere in modo più approfondito la relazione che lega ogni ingrediente alla propria terra di origine e come la combinazione degli stessi permetta il nascere di piatti della cucina tradizionale che vengono però reinventati continuamente, adattandosi ai gusti che mutano.
Marta Villa, la presidente Club per l’UNESCO di Trento, dichiara: “Questa iniziativa si inserisce appieno all’interno delle tematiche unescane nazionali e mondiali: l’Unesco è da sempre attento ai giovani, linfa vitale della società futura. La nostra volontà è di sensibilizzare il territorio a valorizzare i talenti dei giovani nei diversi ambiti e portare come esempio per altri giovani le loro capacità. Dopo il grande successo dell’edizione 2012 e 2013 con i giovani talenti della musica e la presentazione della tesi di laurea di Marcello Curci, siamo sempre più intenzionati a rendere l’iniziativa annuale e chiediamo fin da ora ad altri giovani di segnalare il proprio talento o le proprie ricerche per partecipare alle future edizioni”.
 

Conversazione con Safa Dhaher

L’Associazione Pace per Gerusalemme Onlus, in collaborazione con il Forum trentino per la Pace e i diritti umani, organizza una discussione sui recenti sviluppi del conflitto israelo- palestinese. L’incontro, aperto alla cittadinanza, rappresenta un momento di confronto e di aggiornamento sulla situazione, approfittando della presenza e della competenza di chi, Safa Dhaher, vive nei territori palestinesi e si occupa di ricerca sociale e diritti umani. L’appuntamento è per giovedì 19 gennaio alle 17.30 presso il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale (V.lo San Marco, 1). conversazioni con Safa Safa Dhaher, consulente e docente esperta sulla situazione in Cisgiordania e Gerusalemme Est, è nata a Gerusalemme. Ha conseguito il dottorato in “Sviluppo locale e dinamiche globali” all'Università di Trento, con una ricerca sull’effetto del muro sul capitale sociale dei palestinesi. Docente di Public Policy presso l'Università di Birzeit (Cisgiordania), attualmente è consulente di ricerca per la Fondazione Böll, nello specifico analizza l’effetto dell’attuale situazione politica sui diritti dei gruppi vulnerabili a Gerusalemme Est.   ORGANIZZANO Associazione Pace per Gerusalemme Onlus Forum trentino per la Pace e i diritti umani