Torna il Media Contest di Tempora Onlus: iscrizioni aperte fino al 30 aprile!

È ripartito il Media Contest di Tempora Onlus, l’evoluzione del Contest di Giornalismo partecipativo, giunto alla sua quarta edizione lo scorso anno: iscrizioni aperte fino al 30 aprile (qui il regolamento completo).

Un progetto di successo che ha dato lavoro e aperto opportunità professionali a molti iscritti, grazie alla nostra rete di partner, e che quest’anno si integra all’interno del progetto Cultura e saperiche affianca al Media Contest, due percorsi di sensibilizzazione aperti alla popolazione.

Lo scopo è quello di promuovere una cittadinanza attiva e consapevole, attenta alle problematiche del linguaggio digitale e dell’uso corretto della rete e dei social, temi ancora più rilevanti in questo contesto di pandemia.

L’obiettivo del Media Contest di quest’anno rimane questo: creare concrete opportunità professionali per i giovani. Per farlo, il percorso formativo vedrà il coinvolgimento di giovani dai 18 ai 35 anni, che seguiranno incontri formativi tenuti da professionisti del giornalismo, dell’editoria, della letteratura, della comunicazione.

Il progetto si struttura su tre sezioni tematiche tra loro collegate e interdipendenti: disoccupazione giovaniledivario digitale, oltre qualsiasi discriminazione di etnia e di genere.

#linguaggi10 conferenze, aperte alla cittadinanza, sui principali temi di interesse generale.

Media Contestuna sezione di formazione trasversale – teorica e pratica – riferita a ciascun medium: redazione testo giornalisticopodcastvideo, a cui si accompagnerà un periodo di tirocinio, il concorso vero e proprio e la premiazione.

Per il primo classificato, in palio c’è un contratto di lavoro freelance di un anno per Il Dolomiti, media partner dell’iniziativa, più un Ipad, un libro di approfondimento sui temi trattati e un attestato di partecipazione.

#culturadigitale, ovvero creazione di piattaforma digitale e pubblicazione di contenuti multimediali e workshop, conferenza digitale, interviste di comunità.

Per tutte le informazioni, consultate il sito  https://www.culturaesaperi.org/

Trentino for Tibet con i tibetani per ricordare il 62° anniversario dell’insurrezione

Per il 62° anniversario dell’insurrezione dei tibetani che ha portato all’esilio di Sua Santità il Dalai Lama e l’enorme sacrificio umano e alla diaspora dei tibetani nel mondo, Trentino for Tibet ha realizzato un dialogo virtuale tra Roberto Pinter e il ven Geshe Dhondup La, abate in Arunachal Pradesh e che ha trascorso diversi anni in Trentino e in Italia.

Il 10 marzo 1959, a nove anni dall’occupazione cinese del Tibet e dopo tre anni dall’inizio di una guerriglia anticinese nella parte orientale del Paese, diffusasi la voce di un progetto di rapimento del Dalai Lama, si verificò una prima rivolta popolare. Il 12 i manifestanti proclamarono l’indipendenza del Tibet, ma furono duramente repressi dalle autorità, mentre il Dalai Lama espatriava in India e da allora rimane in esilio.

In questo messaggio, il ven Geshe Dhondup La ricorda a tutti e tutte noi l’attualità della questione tibetana e il senso di questa giornata e, insieme a Roberto Pinter, ribadiscono la necessità dell’impegno di tutto il mondo per questa causa.

Inizio del nuovo progetto di Servizio civile

Il 1° dicembre ha avuto inizio il nuovo progetto di Servizio civile “NarrAzioni: giovani per la pace e i diritti umani”, esperienza rivolta ai ragazzi tra i 18 e i 28 anni con una durata di dodici mesi. L’obiettivo del progetto proposto dal Forum trentino per la pace e i diritti umani consiste nel favorire lo sviluppo formativo e personale di due ragazzi/e portando l’attenzione su diversi temi come i diritti umani, la cittadinanza globale, la cooperazione internazionale e la sostenibilità. Tra le varie attività proposte, ai giovani è richiesto di progettare eventi pubblici, partecipare alla realizzazione di incontri nelle scuole e gestire la comunicazione del Forum.

A mettersi in gioco quest’anno saranno Maddalena Recla e Gabriele Piamarta.
Maddalena è una ragazza trentina di 25 anni, laureata in Sviluppo Locale e Globale presso l’Università di Bologna. Desiderosa di mettersi alla prova con una nuova esperienza, Maddalena decide di partecipare al progetto di Servizio civile del Forum in cerca di un ambiente dinamico e ricco di stimoli.
Gabriele invece è un ragazzo diciannovenne, diplomato al liceo scientifico A.Rosmini di Rovereto, sua città natale. Con tante idee e strade differenti nella testa e voglia di mettersi in gioco, Gabriele decide di aderire al progetto proposto dal Forum per crescere ma allo stesso tempo provare, nel suo piccolo, a cambiare qualcosa di quella parte della società che non si rispecchia con i suoi ideali.

Nei primi giorni di dicembre, Gabriele e Maddalena hanno avuto la possibilità di conoscere le ragazze del progetto precedente, Cristina Mazzero e Alessia Zanini. In queste giornate Cristina e Alessia hanno condiviso la loro esperienza relativa al programma di Servizio civile nazionale “Giovani ed enti in rete per la cittadinanza globale”. Il bilancio presentato risulta estremamente positivo: le ragazze durante l’anno hanno avuto modo di sperimentare e conoscere numerose realtà del territorio e di partecipare attivamente alla promozione della cultura di pace. L’insieme delle attività svolte ha permesso loro di comprendere pienamente il ruolo e l’operato del Forum e acquisire nuove competenze. Inoltre, grazie al lavoro svolto in co-progettazione con altri enti come Docenti senza Frontiere, Associazione Trentino con i Balcani, Mazingira ODV, CAM (Consorzio Associazioni Mozambico) e GTV (Gruppo Trentino di Volontariato), Cristina e Alessia sono riuscite a sviluppare “Coglila“, una campagna di sensibilizzazione sulla cooperazione internazionale.

#COGLILA. LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE IN TRENTINO

E’ ufficialmente partita #COGLILA, la campagna di sensibilizzazione sui valori della cooperazione internazionale allo sviluppo portata avanti da 11 ragazzi in Servizio Civile di 6 realtà del territorio:
• Associazione Trentino con i Balcani
• Cam – Consorzio Associazioni con il Mozambico
• Mazingira ODV
• Docenti Senza Frontiere
• Forum trentino per la pace e i diritti umani
• Gruppo Trentino di Volontariato

A questi si è aggiunto il supporto dei seguenti enti:
• CSV – No Profit Network
• FArete
• Ufficio di Servizio Civile Universale Provinciale

L’obiettivo della campagna #COGLILA e quello di offrire una narrazione nuova, fresca e creativa della cooperazione internazionale, del suo significato, della sua importanza e delle ricadute positive sulla comunità e sul territorio trentino.

Si è scelto la mela per rappresentare la campagna perché, un po’ per gioco un po’ per fortuna, sono emerse degli interessanti parallelismi dal forte potere comunicativo: da sempre un’eccellenza trentina, come la mela, la cooperazione internazionale è un’importante risorsa della nostra Provincia e una fonte di ricchezza, materiale e immateriale che esportiamo in tutto il mondo.
Relazioni, valori, interscambi, opportunità, crescita e sviluppo, sostenibilità sono tutte parole che secondo noi racchiudono il senso della cooperazione internazionale trentina, una cooperazione che è risorsa, fonte di ricchezza valoriale ed economica per la nostra provincia così come per i Paesi dove viene esportata. Proprio come la mela.

Scopri di più su coglila.it

70° dichiarazione universale dei diritti umani

 

Il 10 dicembre 2018 ricorre il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Le varie realtà che in Trentino operano sui diritti umani nelle varie accezioni stanno predisponendo una serie di iniziative che rientreranno in un’unica cornice identificabile dal logo DIRITTI DOVERI, prodotto dal Sistema bibliotecario trentino.

Come Forum trentino per la pace e i diritti umani collaboriamo alla creazione di questo importante calendario che vuole divenire una vera e propria staffetta di eventi sul territorio provinciale.

Il fulcro è rappresentato dalla Maratona di lettura che  invita tutti i cittadini a partecipare  il 9 e 10 dicembre in sala Depero di Piazza Dante, per riflettere sul valore universale dei diritti dell’umanità e sulla necessità di declinare accanto ad essi i doveri di umanità.

L’iniziativa proposta dal Sistema bibliotecario trentino e dall’Ufficio provinciale competente, non vuole essere celebrativa ma intende proporsi come occasione di riflessione sulla validità universale dei diritti proclamati dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel 1948 e sulla necessità di declinare, accanto ai diritti, i doveri di umanità.

Vuoi proporti per la maratona di letture?

Iscriviti qui

 

Vuoi tenerti aggiornato sull’iniziativa in generale e sugli eventi ?

https://www.cultura.trentino.it/Biblio/Rubriche2/70-dichiarazione-universale-dei-diritti-umani

 

per informazioni ulteriori scrivere a:

dirittidoveri2018@gmail.com o a biblio@provincia.tn.it

Rinnovo Assemblea del Forum trentino per la pace e i diritti umani per la XVI Legislatura


Con il termine della XV Legislatura vi è la necessità di rinnovare l’Assemblea del Forum trentino per la pace e i diritti umani. Tutte le associazioni, “vecchie e nuove”, che intendano farne parte per la XVI Legislatura devono fare richiesta ufficiale entro la scadenza ultima del 20 dicembre 2018. 

 

Indicazioni pratiche per il rinnovo dell’assemblea

 

La procedura di rinnovo dell’assemblea del Forum trentino per la pace e i diritti umani è avviata all’inizio della XVI legislatura provinciale.

A partire da subito tutte le associazioni e i comitati che intendano far parte dell’Assemblea del Forum trentino per la pace e i diritti umani per la XVI legislatura dovranno presentare la loro richiesta di adesione all’assemblea entro e non oltre il 20 dicembre 2018.

Richiesta di adesione dell’Associazione o comitato

La richiesta di adesione va mandata entro il 20 dicembre utilizzando il modulo ARichiesta di adesione“, consultabile al seguente link

https://www.consiglio.provincia.tn.it/presso-il-consiglio/forumpace/Documents/Mod.%20A%20-%20richiesta%20di%20partecipazione%20delle%20associazioni%20.pdf

 

Informazioni più dettagliate sulla procedura di rinnovo dell’assemblea del Forum trentino per la pace e i diritti umani potete consultare la pagina

https://www.consiglio.provincia.tn.it/presso-il-consiglio/forumpace/Pages/rinnovo-assemblea.aspx

Per eventuali richieste di chiarimenti:

segreteria servizio assistenza aula e organi assembleari
telefono: 0461-213290

 

Fino ad insediamento ufficiale della nuova Assemblea della XVI Legislatura, che avverrà ad inizio primavera, resteranno in carica  Assemblea , Consiglio della pace e Presidente della XV Legislatura.

Servizio Civile 2018/2019

 

C’è tempo fino al 28 settembre per presentare domanda di Servizio Civile Nazionale (SCN) per il progetto in collaborazione tra: GTV – Gruppo Trentino di Volontariato, ATB – Associazione Trentino con i Balcani e Forum Trentino per la pace e i diritti umani, denominato “Giovani e Enti in rete per la cittadinanza globale”

Referente del Forum per eventuali informazioni riguardanti servizio civile:
Riccardo Santoni
Tel. 335 179 7117

Perché fare Servizio Civile?

Vi siete sempre meravigliati come fosse lavorare in un determinato campo? Vi hanno mai detto in fase di colloquio “curriculum interessante, ma non hai esperienza”? Servizio Civile è quello che fa per voi: un’esperienza rivolta ai giovani tra 18 e 29 anni (non compiuti) che permette di arricchire il proprio profilo professionale e farvi conoscere dagli enti locali.

 

Progetto: Giovani e Enti in rete per la cittadinanza globale

 ♦ Di cosa mi occuperò?

I giovani in servizio civile verranno coinvolti nel complesso delle attività di comunicazione e di cittadinanza globale con un ruolo di appoggio e sostegno: a loro sarà chiesto di occuparsi di alcune attività riguardanti il settore comunicativo e quello della progettazione, sotto la supervisione dello staff e/o, degli OLP e dei soci volontari delle associazioni co-promotrici.

Area comunicazione (nella propria sede operativa)

  • gestione dei social network (Facebook, instagram, etc): piano editoriale, produzione di contenuti.
  • aggiornamento del sito: gestione newsletter, produzione di contenuti originali, aggiornamento dati.
  • comunicati stampa: creazione di contenuti formali e non da diffondere alla stampa e/o altri enti.
  • produzione contenuti grafici: foto e/o video da affiancare ai materiali dell’associazione; elaborazione e distribuzione di poster e volantini; produzione di interviste, articoli, dossier di approfondimento.

Area progettazione e sensibilizzazione (anche in collaborazione con altri enti)

  • co-progettazione di progetti: valutazione di soggetti interessati al progetto, potenziali collaborazioni, ricerca di sponsor e bandi di finanziamento.
  • progetti di sensibilizzazione per le scuole: proposta di attività da svolgere con i ragazzi/giovani; elaborazione di contenuti e materiali; identificazione di istituti interessati; contattare insegnanti per definire costi e dettagli organizzativi; monitoraggio e valutazione attraverso questionari.
  • progetti su temi specifici: elaborazione di contenuti e materiale di supporto;  supporto nelle comunicazioni tra soggetti interessati, soggetti proponenti e soggetti istituzionali; supporto dello staff nella gestione logistica; promozione e divulgazione dell’iniziativa; raccolta adesioni; monitoraggio e valutazione progetto.
  • supporto nella gestione di database specifici: aggiornamento database, traduzione lettere, produzione testi e invio materiale ai sostenitori.

Campagna promozionale (in collaborazione tra le tre sedi operative)

  • progettazione e realizzazione di una campagna di comunicazione in gruppo per la promozione di obiettivi comuni.

♦ Profilo ricercato:

Cerchiamo una persona che condivida gli obiettivi del progetto, che abbia interesse delle aree e delle tematiche trattate, nonché interesse per la comunicazione digitale, capacità di relazione e disponibilità al lavoro in gruppo.
I/Le giovani verranno selezionati secondo i criteri indicati da UNSC

♦ Sedi operative e posti disponibili:

GTV – 3 posti disponibili

Gruppo Trentino di Volontariato opera dal 1999 con progetti di Cooperazione Internazionale in Vietnam e nel Sud Est Asiatico e con progetti di cittadinanza globale in Trentino. La sua vision è “Nel Sud Est Asiatico per costruire un ponte tra Oriente ed Occidente verso un nuovo domani”. La sua mission è “mettere in relazione la comunità trentina con le comunità del Sud Est Asiatico per sviluppare capacità e scambiare esperienze con particolare attenzione ai diritti dei soggetti vulnerabili come bambini, donne e minoranze. GTV intende l’autosviluppo delle comunità come antidoto allo sfruttamento”
Nel 2018-2019 GTV implementerà, tra gli altri, un progetto di cooperazione internazionale in Vietnam legato ai temi dell’agricoltura familiare sostenibile. In riferimento a questo progetto, verranno organizzate attività di sensibilizzazione per la costruzione di Cittadinanza Globale.

Indirizzo: Corso 3 Novembre, 116, Trento 38122
Sito: http://gtvonline.org/it/
Referente: Francesca

ATB – 1 posto disponibile 

L’Associazione Trentino con i Balcani Onlus nasce nel febbraio 2012 dall’unione di due organizzazioni (Tavolo Trentino con Kraljevo e Tavolo Trentino con il Kosovo) attive nel Sud Est Europa sin dal 1999. Nate entrambe dal mondo dell’impegno per la pace e per la solidarietà durante le guerre degli anni Novanta, le due associazioni hanno promosso nei primi anni progetti di aiuto umanitario, per poi concentrarsi su iniziative di sviluppo locale sostenibile. ATB promuove da più di 17 anni progetti di sviluppo locale con un approccio di cooperazione di comunità e partenariato territoriale che si traducono nel concreto nell’attivazione di percorso di sviluppo locale, promozione dei diritti umani, scambio di buone prassi e interscambio culturale ed economico, coinvolgendo attivamente soggetti (istituzionali, associativi e imprenditoriali) Trentini e del Sud Est Europa. La mission di ATB Onlus è contribuire alla promozione della democrazia locale e allo sviluppo di comunità nei Balcani e in Trentino in una prospettiva europea, attraverso iniziative di cooperazione internazionale di comunità e partenariato territoriale negli ambiti dello sviluppo locale sostenibile, dei diritti fondamentali, delle pari opportunità, della promozione culturale e delle differenze e della cittadinanza attiva.

Indirizzo: Vicolo Dall’Armi 5, Trento 38122
Sito: https://www.trentinobalcani.eu/
Referente: Paola

Forum – 2 posti disponibili 

Diritti umani, solidarietà, multiculturalismo, cittadinanza attiva e responsabilità sono alcuni dei termini chiave che guidano da anni le attività del Forum Trentino per la Pace e i diritti umani, organismo permanente insidiato nel Consiglio Provinciale di Trento, fortemente voluto dal mondo politico per mettere in rete e le diverse realtà che in Trentino si spendono quotidianamente per migliorare il proprio contesto di riferimento e i territori con cui tessono quotidianamente relazioni e legami.
I principi ispiratori e le modalità di attuazione si trovano nella legge 10 giugno 1991, n.11 “Promozione e diffusione della cultura della pace”, che ha dato vita al Forum nel 1991. Con questa legge la Provincia autonoma di Trento, in coerenza con l’articolo 11 della Costituzione, che sancisce il ripudio della guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, la promozione dei diritti umani, delle libertà democratiche e della cooperazione internazionale, riconosce nella pace un diritto fondamentale degli uomini e dei popoli.

Indirizzo: via Galleria Garbari 12, Trento  38122
Sito: http://www.forumpace.it
Referente: Riccardo

Link utili:

Bando e allegati (allegato 3: domanda di servizio civile)

Come presentare la domanda

Scelgo il servizio civile

FAQ

 

CALL 2018

Anche quest’anno, il Consiglio della pace ha deciso di indire una call per le associazioni del Forum.

Il tema scelto per il 2018 è  Resistere Oggi: sul mondo aleggia un clima di violenza e l’unica risposta che viene caldeggiata è quella della violenza guerrafondaia e militare. Una risposta che sembra aver dimenticato e messo da parte il mondo della nonviolenza.
Da queste premesse, si è pensato alla resistenza nelle sue varie declinazioni:

Resistenza allo scoramento;

Resistenza alla voglia di lasciarsi andare al “non posso farci niente”;

Resistenza al lasciarsi attrarre dall’odio, dal lato “oscuro” (per citare un film);

Resistenza alla chiusura, al cinismo, alla volgarizzazione di tutto e alla “caciara social” che trasforma tutti in nemici, semplicemente se la si pensa diversamente.

Resistenza alla violenza guerrafondaia che tutto avvolge con la sua lugubre cappa di morte.

Resistenza, per dirla come Martin Luther King, non solo allo “stridente clamore delle persone cattive, ma al silenzio spaventoso delle persone buone”, diceva sempre Martin Luther King (anche lui barbaramente ucciso il 4 aprile 1968).

Con la call viene chiesto alle associazioni facenti parte del Forum di sviluppare iniziative (individualmente o in collaborazione tra di loro) inerenti al tema.

BANDO