Humans of Trentino: un percorso sulla diversità interculturale

Il progetto “Humans of Trentino” ha come obiettivo quello di mettere in luce e favorire l’uguaglianza, la solidarietà e i legami tra tutti i cittadini e i rappresentanti dei diversi gruppi sociali e culturali che, partendo dalla diversità che li caratterizza, hanno lottato insieme contro la pandemia, diventando un nuovo pilastro di una città sostenibile e inclusiva.

Ad organizzarlo, è Associazione InCo, una realtà impegnata nella promozione e organizzazione di progetti di mobilità internazionale per i giovani. I programmi gestiti dall’associazione spaziano da progetti di volontariato internazionale a esperienze comunitarie che coinvolgono giovani e animatori giovanili provenienti da diversi Paesi.

Il percorso prevede diverse tappe, dalla formazione sulla diversità interculturale e su tecniche di videomaking e storytelling fino ad eventi di restituzione come mostre fotografiche e presentazioni di libri.

Un lungo percorso che si concluderà a maggio 2022 con la presentazione della mappa interattiva Humans of Trentino.

Agorà degli studenti: una giornata all’insegna della partecipazione studentesca

 

Secondo l’articolo 2.4 dello Statuto delle studentesse e degli studenti, “lo studente ha diritto alla partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola”, dialogando con essa “in tema di programmazione e definizione degli obiettivi didattici, di organizzazione della scuola, di criteri di valutazione, di scelta dei libri e del materiale didattico”.

Proprio per rendere effettivo questo diritto (e dovere), nel 2018 è nato da un’idea e voglia di impegnarsi di Tommaso e Ginevra, due studenti del liceo,  Tapas, il Tavolo di Partecipazione Studentesca formato da studenti, rappresentanti della Consulta Studentesca, il Consiglio provinciale Giovanile, il Tavolo delle Associazioni Universitarie, il CST, il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani e il Muse. Questo Tavolo vuole essere uno strumento di coordinamento e di supporto tra le varie realtà che vogliono mettere al centro lo studente e il suo ruolo attivo nelle realtà scolastiche.

E’ da questa ambizione che è nato Agorà degli studenti, un evento che si è svolto il 21 gennaio presso il Muse e che ha visto coinvolti i rappresentanti degli studenti di circa 38 istituti superiori della Provincia: lo scopo è quello di migliorare e favorire la partecipazione attiva all’interno delle scuole secondarie di secondo grado attraverso momenti di formazione e di scambio di buone pratiche.

La parola d’ordine è stata quindi condivisione: durante tutta la giornata infatti gli studenti rappresentanti hanno avuto modo di condividere idee, progetti, difficoltà, limiti e spunti di miglioramento attraverso la modalità del Word Cafè e del Ted che hanno stimolato a vivere attivamente la discussione sul tema della rappresentanza.
Altro momento centrale è stato la “Fiera delle Idee”, uno spazio in cui oltre al confronto fra studenti, diverse associazioni della Provincia hanno proposto ai rappresentanti percorsi concreti da attuare all’interno delle classi o durante le assemblee d’istituto, rafforzando una connessione positiva tra istituti e realtà del territorio.

La giornata si è poi conclusa con un momento collettivo in cui ogni rappresentante si è preso un impegno, un obiettivo che cercherà di realizzare nel proprio istituto per migliorare ed arricchire la vita degli studenti con una motivazione nuova nata grazie a questa giornata.

Anche se l’Agorà degli studenti si è conclusa, non si è concluso il ruolo di Tapas: l’importanza di investire sulla partecipazione studentesca resta centrale per il Tavolo e questa giornata non è che il punto di partenza di un percorso destinato a continuare nel tempo.

Anche tu puoi fare la differenza

Come tenersi informati e operare scelte economiche ragionate

“La politica si fa in ogni momento della vita: al supermercato, in banca, sul posto di lavoro, all’edicola, in cucina, nel tempo libero scegliendo cosa e quanto consumare, da chi comprare, come viaggiare, a chi affidare i nostri risparmi, rafforziamo un modello economico sostenibile o di saccheggio, sosteniamo imprese responsabili o no; sosteniamo un’economia solidale e dei diritti o un’economia di sopraffazione reciproca.”

Francuccio Gesualdi – Altreconomia 11/2003

Ogni consumatore può, attraverso attente scelte di consumo e di risparmio, incidere sul sistema socioeconomico. La forza di questo vero e proprio “voto nel portafoglio”, come lo definisce Leonardo Becchetti, deriva dal fatto che le imprese dipendono dalle quote di consumo e dalle quote di risparmio che riescono a catturare sul mercato. Fare attenzione non solo al prezzo di un prodotto, ma anche alla sua qualità sociale e ambientale, permette di orientare le proprie scelte verso quelle aziende all’avanguardia dal punto di vista della sostenibilità. Quindi oggi il protagonista dello sviluppo economico di un’impresa è proprio il consumatore, con i suoi valori e le sue preferenze.

ANCHE TU PUOI FARE LA DIFFERENZA! PER ESEMPIO?

Voglio far parte della storia? Percorso formativo ai diritti umani

L’Associazione culturale “Grande Quercia” di Rovereto, in  collaborazione con l’Ass. sulle regole, il Servizio Istruzione del Comune di Rovereto e la Comunità della Vallagarina, al fine di dare continuità ai progetti educativi sui diritti umani della Fondazione RFK Human Rights realizzati nell’anno 2014- 2015, promuove e organizza il percorso formativo ai diritti umani dal titolo:

Voglio far parte della storia?

Contine reading

Formazione specifica

Corso di italiano
Aperte le iscrizioni fino al 6 marzo
Organizza: Centro interculturale Millevoci

Corso di italiano
Aperte le iscrizioni fino al 6 marzo
Organizza: Centro interculturale Millevoci

Il centro interculturale Millevoci organizza un corso di 20 (venti) ore di formazione specifica volta all’apprendimento delle modalità di insegnamento dell’italiano L2 (lingua italiana insegnata agli studenti stranieri considerata lingua seconda) per successivamente essere inseriti nell’elenco provinciale dei facilitatori linguistici.
L’ ammissione al corso è riservata ai soggetti in possesso dei seguenti requisiti: a)essere di madrelingua italiana oppure possedere una competenza certificata in italiano corrisp ondente al livello C2, come definito dal Quadro comune europeo di riferimento per le lingue, elaborato dal Consiglio d’Europa oppure un diploma di laurea di durata almeno triennale conseguito in una università italiana; b)diploma di laurea di durata almeno triennale, conseguito in Italia o all’Estero, oppure titolo di abilitazione all’insegnamento nelle istituzioni scolastiche italiane; c)frequenza di percorsi organizzati da enti pubblici o da enti privati accreditati dalla pubblica amministrazione, per almeno 200 (duecento) ore, o possesso di almeno 15 (quindici) crediti formativi universitari (CFU), in materia di didattica dell’italiano agli stranieri o attività di insegnamento di italiano L2, per almeno cinque anni, presso istituzioni scolastiche e formative italiane all’estero ai sensi della normativa statale vigente.

Informazioni  e iscrizioni dal giorno 11 febbraio al giorno 6 marzo: 0461/499233, millevoci@provincia.tn.it.

L’interazione con la donna musulmana

Incontro al femminile
Sabato 14 febbraio 2015, ore 10.00 -18.00, auditorium Brione, Via via S. Pellico, Rovereto
Organizza: associazione Rehoboth

Incontro al femminile
Sabato 14 febbraio 2015, ore 10.00 -18.00, auditorium Brione, Via via S. Pellico, Rovereto
Organizza: associazione Rehoboth

 

L’associazione Rehoboth invita ad un’iniziativa rivolta a tutte le donne che vogliono imparare ad interagire con le donne musulmane, per conoscere quest’ultime, aiutandole senza offenderle. (Possono partecipare solo donne, per gli uomini ci sarà la possibilità di un programma a parte).

Informazioni ed iscrizioni: associazionerehoboth@gmail.com, 3474025968