Un Consiglio per i giovani!

Arriva anche in Consiglio provinciale un progetto di servizio civile: grazie a “Un Consiglio per i giovani!”, 3 giovani potranno sperimentare l’attività istituzionale del Consiglio provinciale, affiancando lo staff di tre uffici – l’Ufficio Stampa, l’Ufficio di Assistenza d’Aula e Commissioni e l’Ufficio di Presidenza – e le attività legate alle visite guidate del Consiglio con le scuole e con i gruppi di adulti.

Assieme al Presidente della Provincia e alla Giunta provinciale, il Consiglio provinciale è uno degli organi della Provincia Autonoma di Trento: in pratica è il Parlamento trentino, un organo rappresentativo, eletto a suffragio universale, diretto e segreto, l’organo di indirizzo politico della Provincia.

Gli scopi del progetto

Il progetto ha due scopi: da un lato, fornire ai giovani e alle giovani che saranno in servizio civile un’esperienza formativa dentro una struttura istituzionale complessa e di cittadinanza attiva; dall’altro, il progetto ha lo scopo di inserire uno sguardo diverso all’interno dello staff dei vari uffici coinvolti: la presenza di un/a giovane in servizio civile sarà l’occasione per coinvolgere uno sguardo diverso, originale, nell’attività ordinaria così come nella progettazione, pianificazione e realizzazione delle visite guidate al Consiglio.

In quel particolare contesto, poi, la presenza la presenza del/della giovane garantirà l’opportunità di dare alle visite una struttura più laboratoriale e partecipativa, tanto da parte degli studenti e delle studentesse quanto del corpo docente coinvolto.

Far parlare di pace e di diritti

Il Forumpace ha presentato un nuovo progetto di servizio civile. “Far parlare di pace e di diritti” ha lo scopo di coinvolgere un/a giovane nelle attività del Forum e, in particolare, nel lavoro con giovani e scuole.

Il progetto darà la possibilità al/la giovane di conoscere tanto la dimensione istituzionale quale quella associativa del Forum ma, soprattutto, gli/le darà modo di mettersi alla prova, di approfondire e sviluppare strumenti per diffondere la cultura della pace e dei diritti attraverso azioni e progetti pensati e costruiti insieme a studenti e studentesse.

Lo scopo dell’intero progetto è quello di elaborare strumenti condivisi e finalizzati a costruire comunità più coese, consapevoli e solidali, capaci di non pensare progetti “per i giovani” ma soprattutto “con” loro, attraverso l’attivazione di processi partecipativi e dal basso.

Questi percorsi non nascono dal nulla ma sono il frutto del lavoro che il Forum ha avviato già da molto tempo: il Forum va a scuola è la sezione in cui raccontiamo questi progetti, dalle Visite Consiglio ad OTIUM passando per il lavoro con le Assemblee di istituto o a progetti come Supereroi reali.

Inizio del nuovo progetto di Servizio civile

Il 1° dicembre ha avuto inizio il nuovo progetto di Servizio civile “NarrAzioni: giovani per la pace e i diritti umani”, esperienza rivolta ai ragazzi tra i 18 e i 28 anni con una durata di dodici mesi. L’obiettivo del progetto proposto dal Forum trentino per la pace e i diritti umani consiste nel favorire lo sviluppo formativo e personale di due ragazzi/e portando l’attenzione su diversi temi come i diritti umani, la cittadinanza globale, la cooperazione internazionale e la sostenibilità. Tra le varie attività proposte, ai giovani è richiesto di progettare eventi pubblici, partecipare alla realizzazione di incontri nelle scuole e gestire la comunicazione del Forum.

A mettersi in gioco quest’anno saranno Maddalena Recla e Gabriele Piamarta.
Maddalena è una ragazza trentina di 25 anni, laureata in Sviluppo Locale e Globale presso l’Università di Bologna. Desiderosa di mettersi alla prova con una nuova esperienza, Maddalena decide di partecipare al progetto di Servizio civile del Forum in cerca di un ambiente dinamico e ricco di stimoli.
Gabriele invece è un ragazzo diciannovenne, diplomato al liceo scientifico A.Rosmini di Rovereto, sua città natale. Con tante idee e strade differenti nella testa e voglia di mettersi in gioco, Gabriele decide di aderire al progetto proposto dal Forum per crescere ma allo stesso tempo provare, nel suo piccolo, a cambiare qualcosa di quella parte della società che non si rispecchia con i suoi ideali.

Nei primi giorni di dicembre, Gabriele e Maddalena hanno avuto la possibilità di conoscere le ragazze del progetto precedente, Cristina Mazzero e Alessia Zanini. In queste giornate Cristina e Alessia hanno condiviso la loro esperienza relativa al programma di Servizio civile nazionale “Giovani ed enti in rete per la cittadinanza globale”. Il bilancio presentato risulta estremamente positivo: le ragazze durante l’anno hanno avuto modo di sperimentare e conoscere numerose realtà del territorio e di partecipare attivamente alla promozione della cultura di pace. L’insieme delle attività svolte ha permesso loro di comprendere pienamente il ruolo e l’operato del Forum e acquisire nuove competenze. Inoltre, grazie al lavoro svolto in co-progettazione con altri enti come Docenti senza Frontiere, Associazione Trentino con i Balcani, Mazingira ODV, CAM (Consorzio Associazioni Mozambico) e GTV (Gruppo Trentino di Volontariato), Cristina e Alessia sono riuscite a sviluppare “Coglila“, una campagna di sensibilizzazione sulla cooperazione internazionale.

#COGLILA. LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE IN TRENTINO

E’ ufficialmente partita #COGLILA, la campagna di sensibilizzazione sui valori della cooperazione internazionale allo sviluppo portata avanti da 11 ragazzi in Servizio Civile di 6 realtà del territorio:
• Associazione Trentino con i Balcani
• Cam – Consorzio Associazioni con il Mozambico
• Mazingira ODV
• Docenti Senza Frontiere
• Forum trentino per la pace e i diritti umani
• Gruppo Trentino di Volontariato

A questi si è aggiunto il supporto dei seguenti enti:
• CSV – No Profit Network
• FArete
• Ufficio di Servizio Civile Universale Provinciale

L’obiettivo della campagna #COGLILA e quello di offrire una narrazione nuova, fresca e creativa della cooperazione internazionale, del suo significato, della sua importanza e delle ricadute positive sulla comunità e sul territorio trentino.

Si è scelto la mela per rappresentare la campagna perché, un po’ per gioco un po’ per fortuna, sono emerse degli interessanti parallelismi dal forte potere comunicativo: da sempre un’eccellenza trentina, come la mela, la cooperazione internazionale è un’importante risorsa della nostra Provincia e una fonte di ricchezza, materiale e immateriale che esportiamo in tutto il mondo.
Relazioni, valori, interscambi, opportunità, crescita e sviluppo, sostenibilità sono tutte parole che secondo noi racchiudono il senso della cooperazione internazionale trentina, una cooperazione che è risorsa, fonte di ricchezza valoriale ed economica per la nostra provincia così come per i Paesi dove viene esportata. Proprio come la mela.

Scopri di più su coglila.it

APRE IL NUOVO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE

SCADENZA PER PRESENTARE LA CANDIDATURA 31 MARZO

Il Forum ha aderito al secondo turno di progetti per il Servizio Civile Provinciale. In questa occasione il progetto avverrà in collaborazione con l’Osservatorio Balcani e Caucaso- Transeuropa.

FINALITÀ

Il percorso intende coinvolgere il/la giovane in attività d’informazione, divulgazione, ricerca e curatela del portale di OBCT e della piattaforma Resource Centre per favorire la sensibilizzazione della società riguardo il tema dei diritti fondamentali e in particolare per promuovere conoscenza e dibattito sulla libertà e il pluralismo dei media presso la società civile italiana ed europea.

COMPITI SPECIFICI

  • collaborare con lo staff alla ricerca, curatela e aggiornamento regolare della piattaforma Resource Centre on Media freedom in Europe (www.rcmediafreedom.eu), coordinata da OBCT, sviluppando capacità di analisi e scrittura di contenuti adatti al web;
  • collaborare al lavoro editoriale sull’enciclopedia libera Wikipedia.en attraverso la realizzazione di articoli/voci che rendano più facilmente accessibili a un pubblico generalista conoscenze sullo stato dei diritti fondamentali e della democrazia in Europa, con particolare interesse per la libertà di espressione e per le politiche europee a sostegno del giornalismo libero e indipendente. Le competenze ottenute riguarderanno tutto il processo necessario per diventare un esperto wikipediano;
  • collaborare alla disseminazione dei materiali realizzati attraverso i social network (Twitter e Facebook), maturando le competenze da social media editor;
  • collaborare con il Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani nella divulgazione dei materiali realizzati attraverso il sito e i canali social dello stesso.

PROFILO RICHIESTO

Cerchiamo una persona che condivida gli obiettivi del progetto, che abbia interesse e conoscenza pregressa delle aree e delle tematiche di cui OBCT e il Forum si occupano, nonché interesse per la comunicazione digitale, capacità di relazione e disponibilità al lavoro in gruppo. Inoltre, gli elementi che caratterizzano il profilo che meglio si adatta al completo raggiungimento degli obiettivi del progetto sono: -laurea magistrale; -competenze informatiche e conoscenza delle logiche di utilizzo dei social network; -competenze linguistiche (inglese – livello avanzato); -familiarità con l’attività di ricerca e la redazione di testi.

SEDE DI SVOLGIMENTO

Principalmente il servizio si svolgerà presso la sede di OBCT a Rovereto.

 

In allegato la scheda di sintesi e il bando del progetto.
Sulle modalità di partecipazione al bando di servizio civile consultare la pagina web dedicata.
Per informazioni specifiche contattare Chiara Cont  allo 0464-424230